Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

martedì 31 marzo 2009

STS-125 News 27.

E' avvenuto oggi con partenza alle 9:54 CET, il rollover di Atlantis verso la rampa 39/A.
Il lancio di STS-125 è la quinta missione di servizio al Telescopio Spaziale Hubble ed era previsto che partisse il 14 ottobre 2008. Ora è stato definitivamente stabilito che vengano usati i due pad.
Endeavour sarà posto sulla rampa B che è ora protetta dalle scariche elettriche atmosferiche grazie ad un sistema a 3 tralicci metallici, costruiti per sovrastare la rampa stessa ed il vettore Ares I in fase di preparazione al Kennedy Space Center.
Endeavour verrà spostato nel VAB il 10 aprile ed il 17 raggiungerà la torre di lancio 39/B.

In foto un momento del trasferimento.
Fonte: NasaTV.

lunedì 30 marzo 2009

STS-119 News 24.

Il Discovery aveva a bordo un particolare esperimento.
Una delle piastrelle del rivestimento termico ventrale è stata montata appositamente in posizione sporgente rispetto alle circostanti. Lo scalino di circa 8mm ha provocato un surriscaldamento locale dai consueti 1100°C a circa 1350°C. Ovviamente la posizione (a 3 metri dal bordo d'attacco dell'ala sinistra dell'orbiter) non comportava nessun pericolo per l'incolumità degli occupanti.
Lo studio riguardava la distribuzione delle temperature sullo scudo termico e tendeva a scoprire l'influsso delle turbolenze create dall'asperità sulla zona a valle del flusso.
Lo studio ha riguardato tutto il rientro con particolare attenzione al punto in cui gli strati a contatto del ventre del Discovery passavano da moto laminare a turbolento: l'esperimento si chiamava proprio BLT, Boundary Layer Transition, transizione dello strato limite.
Oltre ai sensori di bordo si è alzato in volo un velivolo della US Navy, un P-3 Orion con delle particolari telecamere a raggi infrarossi che hanno potuto riprendere in tempo reale il comportamento termico dello Space Shuttle.
L'immagine allegata è proprio ripresa da quell'aereo (fonte: Nasa) e mostra, oltre al flusso turbolento provocato dalla piastrella sollevata, anche un altro flusso di origine sconosciuta che comunque non rappresenta pericolo per la navetta rimanendo ben al disotto del limite termico sopportabile.
Oltre agli altri dati raccolti vi sono anche quelli di navigazione, risultanti dalle correzioni di rotta che il Discovery ha dovuto apportare a causa dell'asimmetria del flusso aerodinamico sulle superfici alari.

Gli scienziati contano di raccogliere informazioni importanti sulle dinamiche del rientro atmosferico, dalle velocità dell'interfaccia di rientro, passando per i mach 18, mach 12, mach 8 fino ad arrivare al regime subsonico.

domenica 29 marzo 2009

STS-125 News 26.

Atlantis è stato agganciato al serbatoio esterno ET-130.
Durante l'operazione si è verificato un piccolo incidente: una chiave inglese sfuggita di mano ad un tecnico che lavorava vicino alla prua dello Shuttle ha urtato un montante del serbatoio rimbalzando contro lo scudo termico della navetta.
Il danno risultante non è per fortuna molto grave, anche se è una scalfittura di circa 3cm x 3cm e profonda mezzo cm. La riparazione è in corso e dato che il danno è lontano dai punti di unione fra ET e Shuttle, si è proceduto normalmente all'aggancio.
La riparazione verrà eseguita utilizzando uno speciale mastice termoresistente e quindi non sono previsti ritardi di sorta.
Il lancio rimane quindi fissato per il 12 maggio.

In foto Atlantis durante la procedura di aggancio.
Fonte Nasa/Kim Shiflett.

sabato 28 marzo 2009

STS-119 News 23.

Prima possibilità di rientro annullata a causa di un fronte nuvoloso che arrivava sul KSC.
La seconda possibilità pare abbia più probabilità grazie ad una brezza marina che tende a spingere via le nubi dalla base americana.
------
GO per il deorbit burn!
Si torna a casa...
------
Interfaccia di rientro.
------
Iniziano le virate di frenata.
------
Siamo sopra la penisola dello Yucatan.
------
Entra in Florida.
------
Eccolo!
------
Atterrato!
Anche questa missione è terminata alla perfezione!


La missione STS-119 è durata 12 giorni, 19 ore, 29 minuti, 33 secondi.
Bentornato a casa, Discovery...

STS-119 Flight Day 14.

Ci siamo.
Il rientro è previsto in prima serata, in concomitanza con l’attracco della Soyuz TMA-14 sulla ISS.

Il meteo è buono sul KSC per la prima occasione di rientro e per la seconda dovrebbe essere migliore.

Elenco delle operazioni.

I dati sono:
giorno .Tempo missione. operazione.

Sabato 28 marzo 2009.
Sab 10:13 .12:09:30. Risveglio equipaggio
Sab 12:53 .12:12:10. allineamento IMU
Sab 13:33 .12:12:50. Inizio procedura di rientro
Sab 14:14 .12:13:31. attracco Soyuz TMA-14
Sab 17:10 .12:16:27. Apertura portello Soyuz TMA-14
Sab 17:33 .12:16:50. accensione deorbitante (orbita 201)
Sab 18:39 .12:17:56. Landing

Esempio operazioni per Orbita 201: discesa verso il KSC.
Sab 13:33 ..inizio procedura di rientro
Sab 13:48 ..chiusura radiatori
Sab 13:58 ..installazione sedile dello specialista di missione
Sab 14:04 ..impostazione Computers per il rientro
Sab 14:08 ..configurazione dei sistemi idraulici
Sab 14:33 ..controllo evaporatori
Sab 14:39 ..disattivazione della stiva
Sab 14:53 ..chiusura portelli della stiva
Sab 15:03 ..Mission control dà il 'go' per il caricamento OPS-3
Sab 15:13 ..transizione su OPS-3
Sab 15:38 ..verifica posizione interruttori
Sab 15:48 ..aggiornamenti della manovra di rientro
Sab 15:53 ..ripasso del rientro
Sab 16:08 ..CDR/PLT indossano la tuta arancione
Sab 16:25 ..allineamento degli apparati di misura inerziale
Sab 16:33 ..CDR/PLT allaccio cinture;
Sab 16:33 ..MS indossa tuta arancione
Sab 16:50 ..Test dei comandi dei timoni
Sab 16:53 ..pre-avvio dei sistemi idraulici
Sab 17:00 ..disattivazione toilette
Sab 17:08 ..portelli di ventilazione chiusi per il rientro
Sab 17:13 ..Mission control dà il 'go' per accensione deorbitante
Sab 17:19 ..tutti con le cinture allacciate
Sab 17:28 ..avvio di una singola unità di commando idraulico

Sab 17:33:44 .accensione deorbitante (durata 3:01; frenata di 102,67 m/s)
Sab 17:36:45 .accensione deorbitante completata

Sab 18:07:58 .interfaccia di rientro (distanza dal KSC: 7,900 km)
Sab 18:12:57 .prima virata verso sinistra
Sab 18:27:56 .prima inversione di virata da sx a dx
Sab 18:30:00 .acquisizione da parte del radar C-band
Sab 18:33:09 .Velocità sotto mach 2.5
Sab 18:35:20 .Velocità sotto mach 1
Sab 18:36:31 .lo Shuttle vira per imboccare la runway 15
Sab 18:39:42 .atterraggio

Tutte le opportunità di discesa.

Orbita:..Luogo:.CET:.Atterraggio

Sab., 28 marzo:
201:..KSC:.17:36 : 18:38
202:..KSC:.19:11 : 20:13
203:..EDW:.20:42 : 21:44
204:..EDW:.22:17 : 23:19

Dom., 29 marzo:
217:..KSC:.19:00 : 20:02
218:..KSC:.20:35 : 21:37
219:..EDW:.22:05 : 23:07
220:..EDW:.23:41 : 00:42

Lun., 30 marzo:
232:..KSC:.17:48 : 18:50
233:..KSC:.19:32 : 20:25
234:..EDW:.20:54 : 21:56
234:..NOR:.20:55 : 21:57
235:..EDW:.22:29 : 23:31
235:..NOR:.22:31 : 23:33

Gli orari sono CET (ora italiana).

Allegata: foto di gruppo degli astronauti.
Fonte: NasaTV.

venerdì 27 marzo 2009

STS-119 Flight Day 13.

Nulla da segnalare durante il Flight Day 12. Anche l’ultima verifica dello scudo termico è andata a buon fine.

Per il FD13 sono previste tutte le attività preparatorie al rientro.

Elenco operazioni previste durante il Flight Day 13.

I dati sono:
giorno .Tempo missione. operazione.

Venerdì 27 marzo 2009.
Ven 10:13 .11:09:30. Risveglio equipaggio
Ven 13:28 .11:12:45. Inizio preparazione cabina
Ven 14:43 .11:14:00. Verifica FCS
Ven 15:53 .11:15:10. Prova RCS
Ven 16:48 .11:16:05. Pasto equipaggio
Ven 17:48 .11:17:05. Conferenza stampa
Ven 18:08 .11:17:25. Istruzioni per manovra deorbitante
Ven 18:38 .11:17:55. Ripresa preparazione cabina
Ven 19:28 .11:18:45. Test di comunicazione
Ven 20:43 .11:20:00. Riporre Attrezzi ginnici
Ven 21:13 .11:20:30. Preparazione dei sedili a scomparsa
Ven 21:58 .11:21:15. Ripasso operazioni
Ven 22:13 .11:21:30. Verifica tute di rientro
Ven 22:58 .11:22:15. Spegnimento dei sensori dei bordi d’ala
Ven 23:18 .11:22:35. Riporre PGSC
Ven 23:38 .11:22:55. Riporre KU antenna

Sabato 28 marzo 2009.
Sab 02:13 .12:01:30. Inizio periodo di sonno


Gli orari sono CET (ora italiana).

In foto la ISS.
Fonte: Nasa.

giovedì 26 marzo 2009

Partita la Expedition 19.

E' stata lanciata dal Cosmodromo di Baikonur la Soyuz TMA-14 con a bordo i primi componenti della Expedition 19, destinata a abitare la ISS nei prossimi mesi.
Gennady Padalka, Michael Barratt e il turista Charles Simonyi sono partiti dalla torre di lancio 254 del poligono Russo in terra Kazaka (quella di Yuri Gagarin) alle 1149:18 UTC (le 12:49 CET).
Simonyi rientrerà a Terra a bordo della Soyuz TMA-13 il prossimo 7 aprile, quando si concluderà la Expedition 18 con il ritorno di Mike Fincke e Yury Lonchakov dopo cinque mesi e mezzo di spazio.

Ulteriori informazioni qui.

In foto il lancio.
Fonte: NasaTV.

STS-119 Flight Day 12.


Alle 1953 UTC, la navetta con le sue 105 tonnellate lasciava le 346 tonnellate della International Space Station, iniziando così il ritorno a casa con il rituale suono della campana che saluta il vascello in allontanamento.
Mike Fincke, il comandante della Stazione ha salutato lo Shuttle con un “Discovery, qui Alpha: buona fortuna! Grazie per averci resi simmetrici con questi nuovi pannelli” ha aggiunto.
“Grazie a voi per il vostro lavoro” ha risposto Lee Archambault, comandante dello Shuttle. “Ci vediamo a Terra fra circa un mese!”

Elenco operazioni previste durante il Flight Day 12.

I dati sono:
giorno .Tempo missione. operazione.

Martedì 24 marzo 2009.
Flight Day 12

Giovedì 26 marzo 2009.
Gio 11:13 .10:10:30. Risveglio equipaggio
Gio 14:13 .10:13:30. Fissaggio tute spaziali
Gio 14:13 .10:13:30. OBSS scoperto
Gio 14:43 .10:14:00. Sistemazione materiali EVA
Gio 15:28 .10:14:45. Verifica ala di dritta
Gio 17:13 .10:16:30. Verifica scudo del muso
Gio 17:58 .10:17:15. Verifica ala di babordo
Gio 19:43 .10:19:00. Pasto equipaggio
Gio 19:43 .10:19:00. Copertura OBSS
Gio 21:43 .10:21:00. Spegnimento SRMS

Venerdì 27 marzo 2009.
Ven 02:13 .11:01:30. Inizio periodo di sonno

Gli orari sono CET (ora italiana).

In foto il Discovery che si allontana dalla ISS.
Fonte: NasaTV.

mercoledì 25 marzo 2009

STS-119 News 22.

Il Discovery ha lasciato la ISS.
La navetta ha mollato gli ormeggi alle 20:53 italiane dopo 9 giorni, 20 ore e 10 minuti passati attraccata alla grande Stazione.
Lo Shuttle, allontanandosi dalla ISS ha potuto finalmente immortalare il grande avamposto in tutto il suo splendore: finalmente è "Full Power"!

Immagine tratta da NasaTV.

STS-119 Flight Day 11.

Il Flight Day 10 è scivolato via senza scossoni, tranne per l'emozione per il colloquio con Obama, il Presidente degli USA.

Per il FD11 è previsto il distacco del Discovery dalla ISS.

Elenco operazioni previste durante il Flight Day 11.

I dati sono:
giorno .Tempo missione. operazione.

Mercoledì 25 marzo 2009.
Mer 11:13 .09:10:30. STS/ISS risveglio equipaggi
Mer 12:43 .09:12:00. Planning giornaliero ISS
Mer 14:13 .09:13:30. Riconfigurazione post EVA
Mer 14:18 .09:13:35. Trasferimento dei risultati degli esperimenti
Mer 16:48 .09:16:05. Pranzo ad equipaggi congiunti
Mer 17:48 .09:17:05. Cerimonia di addio
Mer 18:03 .09:17:20. Uscita e chiusura portelli
Mer 18:33 .09:17:50. Controllo tenuta guarnizioni
Mer 19:18 .09:18:35. Avvio computer Group B
Mer 19:38 .09:18:55. Manovra verso assetto per il distacco
Mer 19:42 .09:18:59. Alba
Mer 20:06 .09:19:23. ISS in assetto per distacco
Mer 20:08 .09:19:25. Inizio sequenza di distacco
Mer 20:10 .09:19:27. Mezzodì
Mer 20:23 .09:19:40. U.S. antenna Ku-band a riposo
Mer 20:23 .09:19:40. Preparazione PMA-2 per distacco
Mer 20:34 .09:19:51. Spostamento pannelli russi
Mer 20:37 .09:19:54. Tramonto

Mer 20:53 .09:20:10. Distacco

Mer 20:54 .09:20:11. Separazione iniziale
Mer 20:54 .09:20:11. ISS mantiene assetto
Mer 20:58 .09:20:15. Distanza: 15 metri
Mer 20:58 .09:20:15. Depressurizzazione PMA-2
Mer 21:00 .09:20:17. Distanza 25 metri
Mer 21:09 .09:20:26. Pannelli russi riprendono inseguimento solare
Mer 21:13 .09:20:30. Alba
Mer 21:22 .09:20:39. Distanza: 130 metri; inizio giro attorno alla stazione
Mer 21:31 .09:20:48. Distanza: 200 metri
Mer 21:33 .09:20:50. Shuttle sopra alla ISS
Mer 21:41 .09:20:58. Mezzodì
Mer 21:43 .09:21:00. Pannelli U.S. riprendono inseguimento solare
Mer 21:43 .09:21:00. ISS in assetto TEA
Mer 21:45 .09:21:02. Shuttle di fianco alla ISS
Mer 21:56 .09:21:13. Shuttle sotto alla ISS
Mer 22:08 .09:21:25. Accensione di separazione 1
Mer 22:09 .09:21:26. Tramonto
Mer 22:37 .09:21:54. Accensione di separazione 2
Mer 22:38 .09:21:55. Riconfigurazione computer post distacco
Mer 22:53 .09:22:10. Spegnimento computer Group B
Mer 23:28 .09:22:45. Planning giornaliero ISS

Giovedì 26 marzo 2009.
Gio 00:08 .09:23:25. Conferenza stampa JAXA
Gio 03:13 .10:02:30. Inizio periodo di sonno

Gli orari sono CET (ora italiana).

In foto gli equipaggi durante la chiacchierata con il Presidente Barack Obama.
Fonte: NASA.

martedì 24 marzo 2009

Lancio Delta II.

È stato lanciato questa mattina dalla Cape Canaveral Air Force Station un vettore Delta II con a bordo il satellite GPS 2R-20, un veicolo militare per la navigazione GPS costruito dalla Lockheed Martin, che si posizionerà in un’orbita circolare a circa 17’500km di quota.
Il razzo, in configurazione 7925, era spinto da 9 booster a propellente solido capaci di una spinta di circa 40 tonnellate ciascuno, mentre il primo stadio era alimentato a kerosene RP-1 e ossigeno liquido. Il secondo stadio era propulso a idrazina e tetrossido d’azoto ed ha eseguito due accensioni per spingere il payload verso la destinazione, tenendone per sé una terza per frenare la sua velocità dopo il distacco e ricadere nell’atmosfera disintegrandosi. Il terzo stadio era a combustibile solido con un motore Thiokol Star 48B.
L'orbita finale verrà raggiunta giovedì prossimo e il sistema di pannelli solari verrà dispiegato venerdì.
Il vettore ha lasciato la SLC-17A alle 4:34:00.244 EDT (ora locale) equivalenti alle 9:34 italiane.

È stato il 140° lancio riuscito per il Delta 2 su 142 (l’87° consecutivo).
Il prossimo avverrà da Vandenberg, in California, il 5 maggio.

Per ulteriori informazioni vedere qui.

In foto il lancio.
Fonte: ULA.

STS-119 Flight Day 10.

EVA 3 completata con successo, tranne l’installazione dell’Unpressurized Cargo Carrier Attachment System (UCCAS) che è stato saldamente legato con un cavo per evitare danni. Purtroppo la cancellazione della quarta EVA della missione ha lasciato alcune operazioni da completare.
L’attività extraveicolare è stata effettuata da Joe Acaba e Richard Arnold. La durata è stata di sei ore e ventisette minuti.
All'interno della stazione il processore delle acque, dopo un po' di capricci, pare abbia iniziato a funzionare regolarmente.

Elenco operazioni previste durante il Flight Day 10.

I dati sono:
giorno .Tempo missione. operazione.

Martedì 24 marzo 2009.
Mar 11:13 .08:10:30. STS/ISS Risveglio equipaggi
Mar 03:13 .08:12:30. Planning giornaliero ISS
Mar 16:08 .08:15:25. Spegnimento sistemi ad ossigeno
Mar 17:08 .08:16:25. Conferenza dell’equipaggio
Mar 17:48 .08:17:05. Foto di rito
Mar 18:08 .08:17:25. Pasto equipaggio
Mar 19:08 .08:18:25. Franchigia
Mar 23:38 .08:22:55. Verifica strumenti d’ormeggio
Mar 23:43 .08:23:00. conferenza serale ISS
Mar 23:53 .08:23:10. Reboost (se necessario)

Mercoledì 24 marzo 2009.
Mer 02:43 PM:09:02:00: ISS inizio periodo di sonno
Mer 03:13 PM:09:02:30: STS inizio periodo di sonno

Gli orari sono CET (ora italiana).

In foto gli astronauti al lavoro durante la EVA 3.
Fonte: NasaTV.

lunedì 23 marzo 2009

STS-125 News 25.

Lo Space Shuttle Atlantis ha raggiunto oggi il VAB, Vehicle Assembly Building del Kennedy Space Center in Florida. La navetta ha lasciato l'Orbiter Processing Facility alle 11:30 locali (le 16:30 CET, italiane) ed ha raggiunto la gigantesca gru presente nella più grande 'officina' del mondo. Una volta agganciato, Atlantis verrà sollevato alla High Bay 3 e assicurato allo stack ET/SRB che lo stanno attendendo sulla Mobile Launcher Platform numero 2.
Il rollout verso la rampa è previsto il 31 marzo, mentre il lancio è ancora fissato per il 12 maggio.

In foto Atlantis nel VAB con il telaio per il sollevamento pronto ad agganciarlo.
Fonte: NASA/Jack Pfaller.

STS-119 Flight Day 9.

Operazioni eseguite durante il Flight Day 8: attivazione del processore di distillazione dei liquidi ed anche un po’ di franchigia.
Eseguita una DAM (Debris Avoidance Maneuver), senza l’uso dei motori. Il Discovery ha manovrato in modo da portare la ‘pancia’ della navetta nella direzione di volo ed in questo modo è stata aumentata la resistenza atmosferica e provocando una discesa di quota. L’operazione è durata circa 3 ore ed ha provocato un rallentamento di 0,3 m/s, sufficiente per evitare un frammento di un satellite cinese delle dimensioni di circa 10cm. L’incontro ravvicinato sarebbe avvenuto due ore dopo l’inizio della EVA 3.
La zona di sicurezza che non deve essere incrociata dai detriti è un parallelepipedo lungo 75km con le altre due dimensioni di 25km ciascuna.

Elenco operazioni previste durante il Flight Day 9.

I dati sono:
giorno .Tempo missione. operazione.

Lunedì 23 marzo 2009.
Lun 11:43 .07:11:00. STS/ISS risveglio equipaggi
Lun 12:18 .07:11:35. EVA-3: pressione a 1 bar/igiene personale
Lun 13:08 .07:12:25. EVA-3: compartimento stagno nuovamente a 0,7 bar
Lun 13:28 .07:12:45. EVA-3: preparazione
Lun 13:43 .07:13:00. Planning giornaliero ISS
Lun 14:58 .07:14:15. EVA-3: spurgo tute
Lun 15:13 .07:14:30. EVA-3: pre ossigenazione
Lun 16:13 .07:15:30. EVA-3: depressurizzazione
Lun 16:43 .07:16:00. EVA-3: tute su alimentazione indipendente
Lun 16:48 .07:16:05. EVA-3: uscita
Lun 17:13 .07:16:30. EVA-3: inizio
Lun 17:33 .07:16:50. EVA-3: riposizionamento CETA
Lun 18:33 .07:17:50. EVA-3/EV-1: operazioni per SPDM
Lun 18:33 .07:17:50. EVA-3/EV-2: operazioni per S1
Lun 20:03 .07:19:20. EVA-3/EV-1: LEE B lube
Lun 20:43 .07:20:00. EVA-3/EV-2: sostituzione S0 1A-D PRCM
Lun 21:48 .07:21:05. SSRMS a riposo
Lun 22:03 .07:21:20. SPDM a riposo
Lun 22:18 .07:21:35. EVA-3/EV-1: ingresso
Lun 22:43 .07:22:00. EVA-3/EV-2: ingresso
Lun 23:13 .07:22:30. EVA-3: ripressurizzazione
Lun 23:28 .07:22:45. Manutenzione tute

Martedì 24 marzo 2009.
Mar 00:48 .08:00:05. ISS planning serale
Mar 02:43 .08:02:00. ISS inizio periodo di sonno
Mar 03:13 .08:02:30. STS inizio periodo di sonno

Acronimi.
CETA = Crew and Equipment Translation Assembly
SPDM = Special Purpose Dexterous Manipulator
SSRMS = Space Station Remote Manipulation System

Gli orari sono CET (ora italiana).

In foto gli equipaggi durante le interviste con la CNN.
Fonte: NasaTV.

domenica 22 marzo 2009

STS-119 Flight Day 8.

EVA 2 completata con pieno successo.
Fra le varie operazioni, il montaggio dell’UCCAS, l’installazione di un GPS e la ripresa di immagini del danno ad un radiatore per il raffreddamento.
L’attività extraveicolare è stata effettuata da Joe Acaba (prima EVA per lui) e Richard Arnold. La durata è stata di sei ore e trenta minuti.

Elenco operazioni previste durante il Flight Day 8.

I dati sono:
giorno .Tempo missione. operazione.

Domenica 22 marzo 2009.
Dom 12:13 AM...06...11...30... STS/ISS Risveglio equipaggi
Dom 13:43 AM...06...13...00... Planning giornaliero ISS
Dom 15:18 AM...06...14...35... Inizio franchigia
Dom 17:53 PM...06...17...10... Osservazioni UPA DA
Dom 18:28 PM...06...17...45... chiusura rack WRS
Dom 19:13 PM...06...18...30... Pasto equipaggio
Dom 20:18 PM...06...19...35... Scambio tute spaziali
Dom 21:08 PM...06...20...25... Preparazione equipaggiamenti
Dom 21:53 PM...06...21...10... Configurazione attrezzatura
Dom 23:03 PM...06...22...20... Verifica attrezzatura

Lunedì 23 marzo 2009.
Lun 00:13 PM...06...23...30... EVA-3: ripasso procedure
Lun 01:13 PM...07...00...30... ISS planning serale
Lun 02:08 PM...07...01...25... EVA-3: pre respirazione
Lun 02:53 PM...07...02...10... EVA-3: depressurizzazione a 0,7 bar
Lun 03:13 PM...07...02...30... ISS inizio periodo di sonno
Lun 03:43 PM...07...03...00... STS inizio periodo di sonno

Gli orari sono CET (ora italiana).

In foto gli astronauti si muovono lungo la Truss che sorregge gli enormi pannelli solari.
Fonte: NasaTV.

sabato 21 marzo 2009

STS-119 Flight Day 7.

Full Power…
La struttura energetica della International Space Station è al completo!
4 doppi array di pannelli solari da 32'800 celle, lunghi 73 metri che producono oltre 100kW di potenza di picco…
Signori, la ‘casa spaziale’ è pronta per essere completata e accogliere gli equipaggi da 6 componenti.
La missione primaria della ISS-119 è stata completata.
Tutte le operazioni sono state eseguite alla perfezione.

Elenco operazioni previste durante il Flight Day 7.

I dati sono:
giorno .Tempo missione. operazione.

Sabato 21 marzo 2009.
Sab 12:43 .05:12:00. STS/ISS risveglio equipaggi
Sab 13:18 .05:12:35. EVA-2: pressione a 1 bar/igiene personale
Sab 14:08 .05:13:25. EVA-2: compartimento stagno nuovamente a 0,7 bar
Sab 14:13 .05:13:30. Planning giornaliero ISS
Sab 14:28 .05:13:45. EVA-2: preparazione
Sab 15:58 .05:15:15. EVA-2: spurgo tute
Sab 16:13 .05:15:30. EVA-2: pre ossigenazione
Sab 16:33 .05:15:50. Installazione apparato di distillazione (parte 1)
Sab 17:03 .05:16:20. EVA-2: depressurizzazione
Sab 17:43 .05:17:00. EVA-2: tute su alimentazione indipendente
Sab 17:48 .05:17:05. EVA-2: uscita
Sab 18:03 .05:17:20. EVA-2: inizio
Sab 18:33 .05:17:50. EVA-2: preparazione batterie S6
Sab 19:43 .05:19:00. EVA-2: rilascio UCCAS su nadir P3
Sab 20:28 .05:19:45. Installazione apparato di distillazione (parte 1)
Sab 20:58 .05:20:15. EVA-2/EV-2: connessione P1/P3
Sab 20:58 .05:20:15. EVA-2/EV-1: P1/P3 SSAS e RBVM MLI
Sab 21:13 .05:20:30. EVA-2/EV-1: P1 FHRC P-clamps
Sab 21:28 .05:20:45. EVA-2/EV-2: P1 FHRC P-clamps
Sab 22:03 .05:21:20. EVA-2: rilascio S2 PAS
Sab 23:03 .05:22:20. EVA-2/EV-2: riposizionamento attrezzature
Sab 23:03 .05:22:20. EVA-2/EV-1: recupero APFR
Sab 23:28 .05:22:45. EVA-2: ingresso

Domenica 22 marzo 2009.
Dom 00:13 .05:23:30. EVA-2: pressurizzazione
Dom 00:28 .05:23:45. Manutenzione tute
Dom 02:08 .06:01:25. ISS planning serale
Dom 03:43 .06:03:00. ISS inizio periodo di sonno
Dom 04:13 .06:03:30. STS inizio periodo di sonno

Acronimi.
FHRC = Flex Hose Rotary Coupler
MLI = Multi Layer Insulation
PAS = Payload Attach Site
RBVM = Radiator Beam Valve Module
SSAS = Segment-to-Segment Attach System
UCCAS = Unpressurized Cargo Carrier Attachment System

Gli orari sono CET (ora italiana).

In foto la Truss durante il dispiegamento.
Fonte: NasaTV.

venerdì 20 marzo 2009

Equinozio di Primavera.

Oggi 20 marzo alle 1143 UTC (le 12:43 CET, italiane), per l'emisfero boreale avremo l'equinozio di primavera (autunnale per l'emisfero australe).

Buona Primavera a tutti.

STS-119 Flight Day 6.

EVA 1 completata con pieno successo.
La Truss S6 è installata e connessa elettricamente. Tutte le funzionalità sono attive ed è stata anche testato il dispiegamento dei pannelli che verrà eseguito oggi.
L’attività extraveicolare è stata effettuata da Steve Swanson e Richard Arnold, mentre i bracci meccanici erano controllati da John Phillips e Koichi Wakata. La durata è stata di sei ore e sette minuti.

Alcuni lettori mi hanno chiesto cos'erano i pezzi bianchi che si allontanavano dalla stazione. Si trattava di 4 coperture esterne che, destinate ad essere eliminate, sono state lanciate lontano dalla ISS. Rientreranno presto nell'atmosfera distruggendosi.

Elenco operazioni previste durante il Flight Day 6.

I dati sono:
giorno .Tempo missione. operazione.

Venerdì 20 marzo 2009.
Ven 12:43 .04:12:00. STS/ISS Risveglio equipaggi
Ven 14:38 .04:13:55. Planning giornaliero ISS
Ven 15:53 .04:15:10. SSRMS aggancia OBSS
Ven 16:13 .04:15:30. SSRMS libera OBSS
Ven 16:28 .04:15:45. Scambio tute spaziali
Ven 16:43 .04:16:00. SSRMS muove OBSS in posizione di estrazione
Ven 17:13 .04:16:30. SRMS aggancia OBSS
Ven 17:33 .04:16:50. SSRMS lascia OBSS
Ven 18:23 .04:17:40. Pasto equipaggio
Ven 18:58 .04:18:15. Conferenza stampa
Ven 20:18 .04:19:35. Trasferimento Glacier
Ven 21:23 .04:20:40. Preparazione equipaggiamenti
Ven 21:58 .04:21:15. SSRMS aggancia OBSS
Ven 22:03 .04:21:20. Configurazione attrezzatura
Ven 22:13 .04:21:30. SRMS lascia OBSS
Ven 22:28 .04:21:45. SSRMS assicura OBSS
Ven 23:03 .04:22:20. EVA-2: verifica attrezzature
Ven 23:33 .04:22:50. SSRMS sposta PDGF-1
Ven 23:43 .04:23:00. Trasferimento apparato distillazione

Sabato 21 marzo 2009.
Sab 00:43 .05:00:00. EVA-2: ripasso procedure
Sab 01:18 .05:00:35. SSRMS manovra XLAT
Sab 01:48 .05:01:05. ISS planning serale
Sab 03:08 .05:02:25. EVA-2: pre respirazione
Sab 03:53 .05:03:10. EVA-2: depressurizzazione a 0,7 bar
Sab 04:13 .05:03:30. ISS inizio periodo di sonno
Sab 04:43 .05:04:00. STS inizio periodo di sonno

Acronimi.
PDGF = Power & Data Grapple Fixture
SRMS = Shuttle Remote Manipulation System
SSRMS = Space Station Remote Manipulation System
XLAT = Translation position

Gli orari sono CET (ora italiana).

In foto i lavori d'installazione del nuovo gruppo di pannelli solari.
Fonte: NasaTV.

giovedì 19 marzo 2009

Dal SAT-Expo.

Guardate chi ho incontrato qui al salone: il Capitano Walter Villadei.
Villadei ha ottenuto la qualifica per viaggiare sulle capsule Soyuz come Ingegnere di Volo.

Questa la notizia ripresa dal sito ufficiale dell'Aeronautica Italiana.
Il capitano Walter Villadei ha ottenuto a febbraio la qualifica di ‘Flight Engineer n° 1’ sulla navicella spaziale Soyuz presso il Gagarin Cosmonaut Traning Centre (GCTC) di Star City (Russia).

Il capitano Villadei, proveniente dai corsi regolari dell’Accademia Aeronautica di Pozzuoli (Napoli) con il corso ‘Pegaso IV’, è laureato in Ingegneria Aerospaziale. Dal 2000 al 2003 si è occupato di manutenzione aeromobili presso la 46° Brigata Aerea di Pisa, per essere poi assegnato al 4° Reparto dello Stato Maggiore Aeronautica presso l’Ufficio tecnologia avanzate dei sistemi non pilotati e sistemi spaziali. Ha frequentato diversi corsi di specializzazione, tra i quali, il NASA Training Academy presso il Johnson Space Centre di Houston (USA), relativamente al segmento americano della Stazione Spaziale Internazionale, ed l’Instructor Training Corse ESA/NASA presso l’European Astronauts Centre (EAC) di Colonia (Germania).


In foto: io, Villadei e il Presidente ISAA, Marco Zambianchi.

STS-119 Flight Day 5.

Tutto OK durante il Flight Day 4.
Le operazione sono state eseguite alla perfezione.
La Truss S6 è in posizione di parcheggio e attende di essere installata in posizione durante il FD5.
Il Controllo Missione ha anche comunicato che lo scudo termico del Discovery è in perfette condizioni.

Elenco operazioni previste durante il Flight Day 5.

I dati sono:
giorno ..Tempo missione. operazione.

Giovedì 19 marzo 2009.
Gio 13:13 ..03...12...30. STS/ISS risveglio equipaggi
Gio 13:48 ..03...13...05. EVA-1: pressione a 1 bar/igiene personale
Gio 14:38 ..03...13...55. EVA-1: compartimento stagno nuovamente a 0,7 bar
Gio 14:43 ..03...14...00. Planning giornaliero ISS
Gio 14:58 ..03...14...15. EVA-1: preparazione
Gio 16:08 ..03...15...25. SSRMS sposta S6 in posizione
Gio 16:28 ..03...15...45. EVA-1: spurgo tute
Gio 16:43 ..03...16...00. EVA-1: pre ossigenazione
Gio 17:43 ..03...17...00. EVA-1: depressurizzazione
Gio 18:13 ..03...17...30. EVA-1: tute su alimentazione indipendente
Gio 18:18 ..03...17...35. EVA-1: uscita
Gio 18:48 ..03...18...05. EVA-1: inizio
Gio 19:03 ..03...18...20. EVA-1: S6 aggancio
Gio 20:08 ..03...19...25. EVA-1: S6 connessioni ombelicali
Gio 20:08 ..03...19...25. SSRMS rilascia S6
Gio 21:03 ..03...20...20. EVA-1/EV-2: prelievo contenitore coperture in tessuto
Gio 21:48 ..03...21...05. EVA-1/EV-1: riposizionamento agganci
Gio 22:03 ..03...21...20. EVA-1/EV-1: rilascio cuscinetti
Gio 22:33 ..03...21...50. EVA-1: coperture in tessuto a posto
Gio 23:33 ..03...22...50. EVA-1: SSU/ECU
Gio 23:43 ..03...23...00, EVA-1: ingresso

Venerdì 20 marzo 2009.
Ven 00:43 ..04...00...00. EVA-1: pressurizzazione
Ven 00:58 ..04...00...15. Manutenzione tute
Ven 01:58 ..04...01...15. ISS planning serale
Ven 02:13 ..04...01...30. Spostamento SSRMS su node 2
Ven 04:13 ..04...03...30. ISS inizio periodo di sonno
Ven 04:43 ..04...04...00. STS inizio periodo di sonno

Acronimi.
SSRMS = Space Station Remote Manipulation System

Gli orari sono CET (ora italiana).

In foto la Truss ‘parcheggiata’ in attesa dell’installazione.
Fonte: NasaTV.

SAT Expo.

Sono al SAT Expo di Roma allo stand ISAA nella mia veste ufficiale di Consigliere della Italian Space and Astronautics Association e membro del ForumAstronautico.it.
Se capitate da queste parti possiamo conoscerci di persona...

mercoledì 18 marzo 2009

STS-119 Flight Day 4.

Tutto OK durante il Flight Day 3.
L’attracco è riuscito alla perfezione ed anche le varie procedure sono proseguite secondo programma. Solo un ritardo di una quarantina di minuti sull’apertura del portello, avvenuta alle 0:09. Alle 00:15 di mercoledì il comandante della Space station Mike Fincke con Sandra Magnus e Yury Lonchakov hanno dato il benvenuto ufficiale a bordo all’equipaggio del Discovery: Comandante Lee Archambault insieme agli altri membri, Tony Antonelli, Joseph Acaba, Steve Swanson, Richard Arnold, John Phillips e Koichi Wakata.
Alle 00:30 circa l’astronauta della JAXA Wakata entrava a far parte dell’equipaggio della ISS, mentre Sandra Magnus diventava membro ufficiale del Discovery.

Elenco operazioni da eseguire durante il Flight Day 4.

I dati sono:
giorno ..Tempo missione. operazione.

Mercoledì 18 marzo 2009.
Mer 13:43 ..02:13:00. STS/ISS risveglio equipaggi
Mer 15:13 ..02:14:30. Planning giornaliero ISS
Mer 16:08 ..02:15:25. Avvio SRMS
Mer 16:38 ..02:15:55. SSRMS aggancia S6
Mer 17:53 ..02:17:10. SSRMS estrae S6 dalla stiva
Mer 18:13 ..02:17:30. Preparazione equipaggiamenti
Mer 18:43 ..02:18:00. SRMS aggancia S6
Mer 18:58 ..02:18:15. EVA-1: configurazione attrezzature
Mer 19:03 ..02:18:20. SSRMS lascia S6
Mer 19:18 ..02:18:35. SSRMS trasla
Mer 19:43 ..02:19:00. Controllo tenuta tute SOKOL
Mer 20:18 ..02:19:35. Pasto equipaggio
Mer 21:18 ..02:20:35. EVA-1: verifica attrezzature
Mer 21:43 ..02:21:00. SRMS sposta S6 per passaggio
Mer 22:58 ..02:22:15. SSRMS aggancia S6
Mer 23:28 ..02:22:45. SRMS lascia S6
Mer 23:43 ..02:23:00. SSRMS in posizione di parcheggio

Giovedì 19 marzo 2009.
Gio 01:28 ..03:00:45. ISS planning serale
Gio 01:43 ..03:01:00. EVA-1: ripasso procedure
Gio 03:38 ..03:02:55. EVA-1: pre respirazione
Gio 04:23 ..03:03:40. EVA-1: depressurizzazione a 0,7 bar
Gio 04:43 ..03:04:00. ISS inizio periodo di sonno
Gio 05:13 ..03:04:30. STS inizio periodo di sonno

Acronimi.
SRMS = Shuttle Remote Manipulation System
SSRMS = Space Station Remote Manipulation System

In foto Tony Antonelli (destra), pilota e Joseph Acaba, specialista di missione, mentre manovrano il braccio robotico.
Fonte: NASA.

martedì 17 marzo 2009

GOCE Lanciato.

E' finalmente partito dal cosmodromo di Plesetsk in Russia il Gravity field and steady-state Ocean Circulation Explorer, ha lasciato il Complex 133 a bordo di un vettore Rockot spinto da idrazina e tetrossido d'azoto.
Il lancio è avvenuto alle 15:21:17 CET.
Il Rockot è un razzo balistico alto 32 metri della serie SS-19 utilizzato per lanci tattici nucleari e i primi due stadi sono caduti nel mar di Barents. Lo stadio orbitale Breeze KM ha posizionato GOCE sulla sua orbita definitiva a 260 km di quota con inclinazione di 96,7°.
La quota così bassa comporta una sensibile resistenza atmosferica, infatti il satellite era anche soprannominato 'la formula uno dei cieli' grazie alla sua forma aerodinamica. Per il mantenimento dell'orbita, il GOCE è provvisto di un motore a ioni che permetterà di compensare la resistenza aerodinamica.
Il compito di GOCE è di misurare il 'geoide' terrestre, quella superficie con l'accelerazione di gravità costante. In questo modo si darà una spinta alla comprensione dei moti atmosferici e degli oceani.
Alle 16:51 CET è anche stato agganciato il collegamento radio.
La missione GOCE è ufficialmente iniziata.

Ulteriori informazioni qui.

In foto, il lancio.
Fonte: ESA.

STS-119 Flight Day 3.

Il secondo giorno di volo è trascorso tranquillamente con le operazioni previste completate come da programma. Lo scudo termico è in buone condizioni e si attende l'esito dell’analisi dei dati inviati a Terra.
La seconda verifica avverrà durante il FD3, quando il Discovery eseguirà la rituale ‘capriola’ (Pitch Maneuver) sotto gli attenti occhi delle fotocamere della ISS.

Elenco operazioni da eseguire durante il Flight Day 3.

I dati sono:
giorno ..Tempo missione.. operazione.

Martedì 17 marzo 2009.
Mar 13:53 ..01:13:10.. ISS: risveglio equipaggio
Mar 14:43 ..01:14:00.. STS: risveglio equipaggio
Mar 15:23 ..01:14:40.. Planning giornaliero ISS
Mar 16:23 ..01:15:40.. Avvio computer Group B
Mar 16:38 ..01:15:55.. Inizio procedure per Rendezvous
Mar 18:02 ..01:17:19.. Accensione motori NC-4 per rendezvous
Mar 18:48 ..01:18:05.. Rimozione tute dal compartimento stagno

Sequenza operazioni d’attracco.
Mar 19:34 ..01:18:51.. Accensione TI
Mar 20:10 ..01:19:27.. Tramonto
Mar 20:33 ..01:19:50.. Distanza: 3’000 metri
Mar 20:42 ..01:19:59.. Distanza: 1’600 metri
Mar 20:43 ..01:20:00.. Alba
Mar 20:47 ..01:20:04.. Distanza: 1’000 metri
Mar 20:50 ..01:20:07.. MC-4 accensione per rendezvous
Mar 20:54 ..01:20:11.. Distanza: 500 metri
Mar 20:57 ..01:20:14.. Apertura boccaporto riprese RPM
Mar 20:59 ..01:20:16.. Distanza: 300 metri
Mar 21:02 ..01:20:19.. Antenna KU a bassa potenza
Mar 21:03 ..01:20:20.. Arrivo esattamente sotto la ISS
Mar 21:09 ..01:20:26.. Distanza: 200 metri
Mar 21:10 ..01:20:27.. Inizio pitch maneuver (capriola)
Mar 21:13 ..01:20:30.. mezzodì
Mar 21:18 ..01:20:35.. Fine pitch maneuver
Mar 21:20 ..01:20:37.. Chiusura boccaporto ripresa RPM
Mar 21:21 ..01:20:38.. Ripresa avvicinamento (190m)
Mar 21:29 ..01:20:46.. RPM start window close
Mar 21:33 ..01:20:50.. Distanza: 100 metri
Mar 21:38 ..01:20:55.. Distanza: 80 metri
Mar 21:42 ..01:20:59.. Distanza: 70 metri
Mar 21:52 ..01:20:69.. Tramonto
Mar 21:44 ..01:21:01.. Distanza: 60 metri
Mar 21:46 ..01:21:03.. Distanza: 50 metri
Mar 21:50 ..01:21:07.. Distanza: 30 metri
Mar 21:53 ..01:21:10.. Distanza: 25 metri
Mar 21:57 ..01:21:14.. Distanza: 15 metri
Mar 22:01 ..01:21:18.. Distanza: 10 metri
Mar 22:01 ..01:21:18.. Inizio station keeping (mantenimento ISS)
Mar 22:06 ..01:21:23.. Fine station keeping
Mar 22:06 ..01:21:23.. Spinta finale
Mar 22:10 ..01:21:27.. Distanza: 3 metri
Mar 22:12 ..01:21:29.. Attracco
Mar 22:15 ..01:21:32.. Alba

Mar 22:38 ..01:21:55.. Controllo perdite d’aria giunzione
Mar 23:08 ..01:22:25.. Preparazione Orbiter Docking System per ingresso
Mar 23:08 ..01:22:25.. Spegnimento computer Group B
Mar 23:23 ..01:22:40.. Riconfigurazione laptop post-ormeggio
Mar 23:28 ..01:22:45.. Apertura portelli
Mar 23:58 ..01:23:15.. Benvenuti a bordo!

Mercoledì 18 marzo 2009.
Mer 00:03 ..01:23:20.. Riunione per la sicurezza
Mer 00:28 ..01:23:45.. Trasferimento sedili Soyuz
Mer 00:43 ..02:00:00.. Spostamento tute spaziali sulla ISS
Mer 01:48 ..02:01:05.. Verifica REBA
Mer 02:58 ..02:02:15.. ISS conferenza serale
Mer 05:13 ..02:04:30.. ISS inizio periodo di sonno
Mer 05:43 ..02:05:00.. STS inizio periodo di sonno

Acronimi.
TI = Terminal Initiation
RPM = Rotating Pitch Maneuver
REBA = Rechargeable EVA Battery Assembly

In foto il braccio robotico del Discovery.
Fonte: NasaTV.

lunedì 16 marzo 2009

Altri problemi per la ISS.

Siamo di nuovo in condizione rossa.
Domani è previsto un incontro ravvicinato con un detrito proveniente dal satellite russo COSMOS 1275. Il TCA (Time of Closest Approach - punto di massimo avvicinamento) sarà alle 8:14 CET (italiane) e la distanza minima prevista è di soli 800 metri.
Il preavviso che abbiamo permetterà di eseguire una DAM (Debris Avoidance Maneuver - Manovra di elusione dei detriti) alle 2:54 di questa notte.
Anche Discovery dovrà correggere la sua traiettoria per raggiungere la ISS sulla nuova orbita.

Aggiornamento (ore 0:57).
Il CAPCOM ha informato il comandante Mike Fincke che la manovra è stata annullata in seguito ad un ricalcolo dei parametri orbitali.

STS-125 News 24.

Atlantis è nell'Orbiter Processing Facility e sta pazientemente attendendo che arrivi il momento di raggiungere il telescopio spaziale Hubble per la missione di servizio.
In base alle notizie ufficiali, il 23 marzo verrà eseguito il rollover, cioè lo spostamento dall'OPF al VAB, dove verrà agganciato al nuovo serbatoio e al nuovo set di SRB.

Fonti non ufficiali dicono anche che si opterà per un nuovo dispiegamento di due orbiter contemporaneamente in rampa. Si è molto discusso sul fatto che i lavori sulla rampa 39/B non venissero rallentati dal programma Shuttle e dopo il rinvio del lancio verso Hubble, la preparazione per il lancio di test di Ares I-X ha subìto inevitabili ritardi.
Per ridurre lo slittamento si era proposto di lanciare STS-125 dal pad 39/A e subito dopo preparare sullo stesso pad anche la eventuale STS-400 di soccorso.
Pare però che vi siano più fattori a sfavore a questa possibilità e quindi, dopo la fine dell'attuale missione STS-119, verrà dato l'annuncio ufficiale della missione "dual pad".
Ares I-X è quindi destinato a slittare in autunno.

In foto Atlantis mentre ritornava all'OPF l'11 novembre scorso.
Fonte: NASA.

Lancio GOCE rinviato.

Ultimi minuti del countdown.

Lancio previsto alle 15:21 CET (italiane).

La diretta qui.
------
Interrotto a 7 secondi dal lancio.
La torre di servizio non si è spostata.
------
Rinvio: la finestra di lancio era di 2 minuti, quindi siamo fuori.
Attendiamo le spiegazioni ufficiali.
------
Altro tentativo domani 17 marzo sempre alle 15:21 CET.

STS-119: Flight Day 1 & 2.

Lancio perfetto e decisamente 'pulito' con pochi detriti persi durante l'ascesa.
Tutto procede per il meglio e i compiti per oggi sono la verifica dello scudo termico e la preparazione all'attracco.

Queste sono le operazioni eseguite ieri come primo giorno di missione.
Tutti gli orari sono CET (italiani).

Flight Day 1.
Lun 00:43 . Lancio
Lun 01:20 . Accensione OMS-2
Lun 01:33 . Inserimento in orbita d’inseguimento
Lun 03:13 . Impostazione dei computer Laptop
Lun 03:13 . Installazione GIRA
Lun 03:23 . Avvio SRMS
Lun 04:16 . Accensione NC-1 per avvicinamento
Lun 04:23 . Verifica SRMS
Lun 04:28 . Preparazione SEE
Lun 04:38 . Spegnimento computer Group B
Lun 04:53 . Attivazione sensori bordo d’ala
Lun 05:13 . Immagini TPS inviate a Terra
Lun 06:13 . Inizio periodo di sonno.

E questi sono i compiti previsti per oggi, secondo giorno di missione.

Flight Day 2.
Lun 15:13 . Sveglia equipaggio
Lun 17:42 . Accensione NC-2 per avvicinamento
Lun 17:58 . SRMS libera OBSS
Lun 18:23 . Impostazione PGSC
Lun 18:33 . Controllo tute spaziali
Lun 19:03 . Verifica tute spaziali
Lun 19:28 . Controllo ala destra con OBSS
Lun 21:23 . Controllo muso con OBSS
Lun 22:13 . Pasto equipaggio
Lun 23:13 . Controllo ala sinistra con OBSS
Lun 23:13 . Preparazione tute per trasferimento sulla ISS
Mar 01:13 . SRMS chiude OBSS
Mar 01:18 . Verifica dei pod OMS
Mar 01:38 . Trasmissione a Terra rilievi LDRI
Mar 02:08 . Posizionamento telecamera di ormeggio
Mar 02:38 . Estensione dell’anello d’attracco
Mar 03:08 . Preparazione all’attracco
Mar 04:53 . Accensione NC-3 per avvicinamento
Mar 06:43 . Inizio periodo di sonno.

Acronimi
GIRA = Galley Iodine Removal Assembly
SRMS = Shuttle Remote Manipulator System
LDRI = Laser Dynamic Range Imager
OBSS = Orbiter Boom Sensor System

In foto la stiva del Discovery aperta.
Fonte NasaTV.

Lanciato Discovery.

Riuscito alla perfezione il lancio della navetta spaziale Discovery dal Kennedy Space Center.
La missione è quella di portare a bordo della Stazione Spaziale Internazionale l'ultimo set di pannelli solari.
Dopo diversi rinvii causati da vari inconvenienti, lo Space Shuttle ha finalmente lasciato la rampa di lancio alle 19:43 locali (00:43 italiane di lunedì mattina).
Il Discovery è partito quasi al buio per poi raggiungere la luce del Sole mentre saliva di quota. Proprio quando abbandonava i due razzi laterali si trovava illuminato e i giochi di luce sono stati spettacolari.
La missione durerà 11 giorni e verranno effettuate 3 EVA. Verrà anche sostituito un componente dell'equipaggio della ISS.

Ulteriori informazioni qui.

In foto, il lancio.
Fonte: NasaTV.

domenica 15 marzo 2009

STS-119: lancio.

La procedura è a buon punto.
L'equipaggio è a bordo e legato ai sedili.
Sono in corso i test di comunicazione ('Comm Check').
------
Come al solito è tutto in diretta su NasaTV.
------
La squadra d'assistenza sta per chiudere il portello.
Intanto il meteo è 100% GO.
------
Discovery sigillato.
Intanto il braccio d'accesso sta per essere preparato per la retrazione.
------
A T-20min (ore 23:28 CET) ci sarà un nuovo stop di 10 minuti nel conto alla rovescia.
E' una pausa prevista nelle procedure per eseguire delle operazioni.
intanto sembrache abbiano qualche problema con il rivestimento del portello...
------
Alle 23:38 Ripartenza countdown (T-20m).
Alle 23:43 Rampa libera per il lancio.
Alle 23:49 Inizio dell’ultimo stop al conteggio: a T-9m e dura 45 minuti.
------
Elenco prossime operazioni:
00:34:46 ...Ripresa countdown (T-9m)
00:36:16 ...Ritrazione del braccio di accesso all’Orbiter
00:38:46 ...Apertura della finestra di lancio
00:38:46 ...Avvio dei sistemi idraulici (APU)
00:38:51 ...Termine rabbocco ossigeno liquido
00:39:46 ...Sequenza di spurgo e test
00:39:46 ...Piattaforme inerziali indipendenti
00:39:51 ...Test delle aerosuperfici
00:40:16 ...Test di sterzata dei motori della navetta
00:40:51 ...Pressurizzazione serbatoio ossigeno liquido
00:41:11 ...Celle a combustibile su alimentazione interna
00:41:16 ...Svuotamento memorie avarie
00:41:46 ...Equipaggio, giù le visiere
00:41:49 ...Pressurizzazione serbatoio idrogeno liquido
00:42:56 ...Spegnimento riscaldatori giunzioni SRB
00:43:15 ...Controllo countdown sui computer di bordo
00:43:25 ...Test di sterzata degli SRB
00:43:39 ...Avvio motori principali (T-6.6 secondi)
00:43:46 ...Accensione SRB (Lancio!)
------
Queste sono le prime operazioni dopo il decollo.
00:43:56 ...T+00:10...Inizio manovra di rollio
00:44:04 ...T+00:18...Termine manovra di rollio
00:44:22 ...T+00:36...Inizio diminuzione potenza (72%)
00:44:34 ...T+00:48...Inizio aumento potenza (104.5%)
00:44:45 ...T+00:59...Massima pressione aerodinamica
00:45:50 ...T+02:04...Separazione SRB
00:46:00 ...T+02:14...Inizio spinta aggiuntiva motori orbitali per 1’28”
------
Countdown riavviato...
------
Partito!
Go Discovery, GO!
------
SRB separati.
------
MECO - Spegnimento motori e separazione serbatoio.
------
Lancio riuscito alla perfezione.
Discovery in orbita.
Su NasaTV iniziano i replay del lancio.

STS-119 News 21.

La preparazione al lancio prosegue bene.
I serbatoi di ossigeno ed idrogeno liquidi sono già stati riempiti e il sistema di carico è passato in modalità 'topping' (rabbocco) senza che si verificassero le perdite di idrogeno dal braccio GUCP.
Il meteo non è assolutamente preoccupante anche se si prevede ancora ufficialmente un 80% GO.

Nota di colore: fino a qualche minuto fa c'era un pipistrello aggrappato al serbatoio esterno, ma pare che se ne sia andato...

sabato 14 marzo 2009

Vedere la ISS a occhio nudo! – Marzo.

Ecco la tabella per i passaggi visibili della ISS nei nostri cieli.
Siamo in un periodo serale che potrebbe prevedere la visita da parte dello Space Shuttle Discovery, a patto che riesca a partire.
Legenda:
Data.... del passaggio
Mag..... Magnitudine visuale della stazione
Ora..... del culmine del passaggio - sorge ca. 2' prima e tramonta ca. 2' dopo
Alt..... Altezza angolare massima in gradi dall'orizzonte (es. zenith 90°, polare 40-45°)
Az...... Azimuth, direzione in base ai punti cardinali

Data ..... Mag ... Ora ........ Alt. . Az.

14 Mar ... 0.2 ... 20:22:37 ... 14 ... SSO
15 Mar .. -0.4 ... 19:16:52 ... 15 ... SE
15 Mar ... 0.5 ... 20:49:43 ... 16 ... OSO
16 Mar .. -2.0 ... 19:43:48 ... 46 ... SE
16 Mar ... 1.3 ... 21:16:36 ... 10 ... O
17 Mar .. -1.9 ... 20:10:57 ... 60 ... NNO
18 Mar .. -2.1 ... 19:02:46 ... 54 ... SE
18 Mar .. -0.5 ... 20:38:09 ... 29 ... NNO
19 Mar .. -1.6 ... 19:29:53 ... 53 ... NNO
19 Mar ... 0.7 ... 21:04:31 ... 17 ... NO
20 Mar .. -0.5 ... 19:57:11 ... 27 ... NNO
21 Mar .. -0.1 ... 20:24:37 ... 21 ... N
22 Mar .. -0.4 ... 19:16:03 ... 26 ... NNO
22 Mar ... 0.1 ... 20:51:25 ... 20 ... NNO
23 Mar .. -0.1 ... 19:43:27 ... 21 ... N
23 Mar ... 0.9 ... 21:17:28 ... 15 ... NO
24 Mar .. -0.3 ... 20:10:52 ... 22 ... N
25 Mar .. -0.2 ... 19:02:13 ... 20 ... N
25 Mar .. -0.8 ... 20:37:52 ... 30 ... N
26 Mar .. -0.4 ... 19:29:36 ... 22 ... N
26 Mar ... 0.0 ... 21:03:51 ... 26 ... NO
27 Mar .. -1.2 ... 19:56:52 ... 34 ... NNE
27 Mar ... 1.1 ... 21:29:51 ... 13 ... ONO
28 Mar .. -2.4 ... 20:23:59 ... 78 ... NE
29 Mar .. -1.3 ... 20:15:29 ... 37 ... NNE
29 Mar .. -0.7 ... 21:50:18 ... 31 ... OSO
30 Mar .. -1.3 ... 20:44:00 ... 26 ... ESE
30 Mar ... 0.9 ... 22:16:24 ... 10 ... OSO
31 Mar .. -0.7 ... 21:09:19 ... 29 ... SO
2 Apr ... -0.3 ... 20:27:44 ... 25 ... SO

Dopo inizierà un nuovo periodo mattutino.
20 Apr .. -0.3 ... 06:13:00 ... 24 ... SE

Dati salvo “reboost” o modifiche orbitali e ottimizzati per il nord Italia.

venerdì 13 marzo 2009

Situazione dei prossimi lanci.

GOCE.
Il Gravity field and steady-state Ocean Explorer dell'Agenzia Spaziale Europea è pronto per il lancio che avverrà dal cosmodromo di Plesetsk, in Russia, il 16 marzo alle 15:21 CET.

Herschel e Planck.
Le due sonde partiranno con l’Ariane dallo Spazioporto Europeo di Kourou nella Guiana Francese. La data del lancio è stata spostata da quella prevista del 16 aprile a causa dei test ancora da eseguire a Terra. La nuova data sarà annunciata alla fine di marzo.

WGS-2.
Alla Cape Canaveral Air Force Station in Florida, prosegue la preparazione al lancio del satellite WGS-2 a bordo del vettore Atlas-5.
Il momento previsto era il 15 Marzo alle 01,25 UTC, ma ora con il ritardo del Discovery dovrebbe ritardare corrispondentemente anch’essa.

STS-119 News 20.

Il gruppo di alimentazione dell'idrogeno montato sul braccio che si collega al serbatoio esterno del Discovery è stato smontato, ma non è stato trovato nessun punto difettoso, a parte una leggera sclfittura sul bordo di una guarnizione. Di fatto il pezzo non ha avuto perdite durante le prove eseguite con l'elio a temperatura ambiente, ma i tecnici sono fiduciosi e convinti di risolvere il problema sostituendo il pezzo (in foto).
Se il lancio avviene domenica (meteo all'80% GO) l'equipaggio eseguirà 3 EVA, togliendone una dal programma originario. In caso di lancio lunedì (meteo a 70% GO) ci sono due possibilità: controllo dello scudo termico veloce che permetterebbe di attraccare al 3° giorno di missione ed eseguire 2 EVA o solito controllo approfondito con attracco al 4° giorno di missione e rimarrebbe una sola EVA. Il lancio martedì (meteo al 40% GO per una perturbazione in arrivo) lascerebbe soltanto una EVA, quella per il montaggio fisico del gruppo di pannelli.
Il punto critico è la necessità per Discovery di levare gli ormeggi il 25 marzo a causa dell'arrivo della Soyuz. Questa 'precedenza' è stata assegnata a suo tempo e deve quindi essere rispettata.
Resta il fatto che se STS-119 non parte entro martedì 17, non partirà prima di martedì 7 aprile.

Fonte: NASA.

giovedì 12 marzo 2009

STS-119 News 19.

Piccola analisi del problema che si è verificato durante il tentativo di lancio del Discovery.
Il Ground Umbilical Carrier Plate (GUCP) si occupa di caricare l'idrogeno liquido all'interno del serbatoio esterno e giunto al 98% del riempimento passa in modalità 'topping', il rabbocco continuo che permette di mantenere il serbatoio pieno ed in pressione.
Ed è in questo momento che si è avuta la perdita: il topping mantiene sostanzialmente la pressione fin quasi al momento del lancio e opportuni sensori controllano tutto il processo.
Tutte le tubature sono appunto la serie infinita di mandate e segnali elettrici di ritorno che devono verificare la situazione. Sono anche presenti i comandi per la movimentazione e l'aggancio in posizione.
Ieri il processo è stato interrotto quando all'esterno è stata rilevata una concentrazione di idrogeno del 5,5%. Le specifiche NASA danno un limite al 2% e un valore ancora accettabile al 4%. Anche i sensori sono duplicati per essere sicuri di non avere letture falsate.
Il problema pare che sia provocato da una perdita nella guarnizione ed è un problema che si è già verificato altre volte.
Infatti i dirigenti NASA sono decisi a eseguire rapidamente la riparazione e tentare comunque il lancio domenica sera alle 00:43:44 CET (lunedì mattina).

Nell'immagine allegata la descrizione dei vari collegamenti presenti sulla piastra di connessione dell'ET.
Fonte: NASA.

Allarme sulla ISS.

Un detrito si sta pericolosamente avvicinando alla International Space Station, tanto che l'equipaggio ha l'ordine di chiudere tutti i boccaporti e rifugiarsi sulla Soyuz.
Pare che l'orbita non sia stata prevista in modo corretto e quindi ci sia un avvicinamento a meno di 5 km di distanza.
In questo momento stanno proprio entrando nella capsula.

Aggiornamento.
Scampato pericolo.
In base alle prime notizie il frammento era di circa 3cm e avrebbe potuto causare danni devastanti alla Stazione se fosse avvenuto l'impatto.
L'equipaggio è stato mandato all'interno della Soyuz pronto per la partenza in caso che le cose si fossero messe male. Tutti i portelli interni sono stati chiusi per circoscrivere l'eventuale perdita di pressione a causa di una potenziale falla.
Ora stanno tornando alle normali operazioni, ma il timore di un impatto era molto concreto.
L'avvicinamento massimo, circa 4,5km, è avvenuto alle 16:39:41 UTC.

A scanso di equivoci (e a giudicare da come presentano la notizia i giornali) non vi è stato alcun impatto e la stazione non è stata evacuata.

Aggiornamento.
Il detrito era un peso d'inerzia dello stadio orbitale PAM-D, di circa un centimetro di diametro e con massa inferiore al kg. Questi contrappesi variano il momento d'inerzia dei veicoli per imprimere o rallentarne la rotazione sul proprio asse e sono normalmente agganciati a dei cavi d'acciaio.
Il codice del Satellite Catalog è 25090 (1993-32D) e proviene dal lancio del satellite NAVSTAR 32 (USA 91), partito il 13 maggio 1993.

Tutto ok quindi, ma soprattutto tutte le procedure di sicurezza hanno funzionato alla perfezione.

mercoledì 11 marzo 2009

STS-119 News 18.

Ulteriore rinvio.
Sono necessarie indagini approfondite.
Il lancio è stato spostato a 'non prima del' 15 marzo, ma sarà più probabile il 16 in quanto occorre verificare attentamente il punto da cui si è verificata la fuga d'idrogeno. Da considerare che occorrono 18 ore solo per mettere in sicurezza il serbatoio esterno e quindi fra controlli, eventuali riparazioni e ripristino delle procedure di lancio i 4 giorni sono il minimo.
Unico punto a sfavore è la prospettiva di un accorciamento della missione con la cancellazione di una o più delle 4 attività extraveicolari.
Il meteo previsto per sabato e domenica è ancora GO all'80%, ma lunedì peggiora e martedì diventa proibitivo.

In foto una suggestiva immagine della rampa al tramonto.
Fonte NasaTV.

STS-119 News 17.

Lancio rinviato.
Alle 14:37 locali è stata rilevata una perdita di gas sulla linea d'alimentazione fra la torre di lancio e il serbatoio.
Il rinvio è di sole 24 ore (circa) anche se si dovranno eseguire tutti i controlli del caso.
Attualmente il lancio è previsto per domani alle 20:54 locali (01:54 italiane).

Ricordo che negli USA l'ora legale è iniziata domenica scorsa, in anticipo di tre settimane sull'Europa per motivi di risparmio energetico. Quindi fino al 28 marzo la differenza di orario fra noi e la Florida è di 5 ore.

Nella prima foto il Discovery sulla rampa 39/A.
Nella seconda la giunzione incriminata.

Aggiornamento.
Il problema pare circoscritto al braccio di caricamento dell'idrogeno a bordo del serbatoio esterno e potrebbe essere un difetto alle guarnizioni o un leggero disallineamento. I tecnici sono già al lavoro, ma il serbatoio al momento della rilevazionedel problema era già carico al 98%. Occorre completare le operazioni di svuotamento prima di poter verificare a fondo.
Pare tuttavia da escludere un problema al serbatoio, cosa che potrebbe comportare ritardi decisamente pesanti.



Fonte: NasaTV.

martedì 10 marzo 2009

EVA 21/A sulla ISS.

Si è conclusa da poco l'attività extraveicolare prevista sulla Stazione Spaziale Internazionale.
Effettuata dal comandante Mike Fincke e dall'ingegnere di volo Yury Lonchakov, doveva servire per effettuare piccole manutenzioni alle strutture esterne della stazione.
Uno dei compiti principali era di riposizionare l'esperimento Europeo EXPOSE-R che era stato montato nella posizione errata.
La passeggiata è durata 4 ore e 49 minuti, circa un'ora meno del previsto, ed è stata la sesta per Fincke e la seconda per Lonchakov.

In foto un momento dell'EVA.
Fonte: NasaTV.

MER News.

Spirit.
Il MER-A (Spirit nella designazione ufficiale) ha iniziato il periplo dell’altopiano “Home Plate”, ma sta trovando anche qui del terreno in salita e decisamente cedevole. In due ‘drive’ (le sessioni di spostamento programmate) ha percorso circa 15 metri, mentre nei due successivi ne ha percorsi solo 4. Questo significa che le sue ruote stanno slittando.
La soluzione sarà affrontare la salita di traverso, compensando anche lo slittamento trasversale verso valle.
Il 4 marzo (Sol 1837) i pannelli solari di Spirit hanno prodotto 282 wattora ed il totalizzatore della distanza percorsa è a 7'602 metri.

Opportunity.
Il MER-B da un po’ di tempo soffre di un problema alla ruota anteriore destra e come il suo gemello deve spostarsi a marcia indietro. Riesce comunque a muoversi di 40-50 metri al giorno nella sua galoppata verso il cratere Endeavour.
L’immagine qui allegata (NASA/JPL) proviene dal Mars Reconnaissance Orbiter e se la guardate attentamente vedrete Opportunity (nel circoletto nero). È stata ripresa il 29 gennaio. Si vedono anche le tracce lasciate dal rover sulla superficie marziana…
Il 4 marzo (Sol 1817) i pannelli solari di Oppy hanno prodotto 488 wattora ed il totalizzatore della distanza percorsa è a 14'834 metri.

lunedì 9 marzo 2009

STS-119 News 16.

L'equipaggio è arrivato al Kennedy Space Center per la missione ed il conto alla rovescia è iniziato.
Anche il meteo è sul bello stabile grazie ad un'alta pressione che sta coprendo la zona di Cape Canaveral. Le previsioni danno 90% GO.
Tutto ok anche sugli eventuali siti per gli atterraggi d'emergenza oltreoceano.

domenica 8 marzo 2009

AstroWorld news.

Nuovo satellite di Saturno.
Cassini ha scoperto una nuova luna del pianeta Saturno. È stata trovata nell’anello G e sarebbe nascosta in una piccola nuvola di detriti a forma di arco, lunga 150’000 chilometri e larga 250, che orbita il grande pianeta. La luna ha un diametro di circa mezzo chilometro ed è il terzo satellite nascosto in un arco di polveri ad essere scoperto dalla sonda.
Cassini è nella missione estesa chiamata Cassini Equinox, la cui durata è prevista fino all’autunno 2010.
In foto le tre immagini che hanno evidenziato la piccola luna.
Fonte: NASA.

MER Spirit.
Il rover ha ripreso la sua esplorazione, ma ha subito dovuto cambiare i suoi piani a causa di una zona sabbiosa molto cedevole che si è presentata sulla sua strada.
Doveva attraversare l’altopiano ‘Home Plate’ per raggiungere una zona molto interessante, ma sul suo percorso è stata rilevata la presenza di un ‘banco di sabbie mobili’ che poteva mettere a rischio il rover. È quindi stato deciso di aggirare l’altopiano, scendendo e percorrendo una strada che, benché più lunga, è decisamente più sicura.

L’atmosfera di Plutone.
Utilizzando il Very Large Telescope dell’ESA, gli astronomi sono riusciti a ottenere nuove informazioni sull’atmosfera di Plutone.
I dati rilevati evidenziano una alta percentuale di metano ed una temperatura di circa 40°C superiore rispetto alla superficie.
Plutone è circa un quinto della Terra e si trova a oltre 40 volte la nostra distanza dal Sole con temperature superficiali di circa -220°C.
Si sapeva già che l’alta atmosfera del pianeta nano era a circa -170°C, quindi circa 50° in più, ma, grazie ad un nuovo strumento, il CRyogenic InfraRed Echelle Spectrograph (CRIRES) è stato esteso questo dato a tutta l’atmosfera Plutoniana confermandolo a circa -180°C.
La pressione atmosferica sul piccolo corpo celeste è di circa un centomillesimo di quella terrestre (0,015mBar) ed è composta principalmente da Azoto e Metano. Sarebbe proprio la combinazione fra il ghiaccio di questi gas presente sulla superficie e l’atmosfera stessa a provocare dei moti convettivi che scalderebbero il leggero strato atmosferico che ricopre Plutone.

sabato 7 marzo 2009

Lanciato il telescopio Keplero.

È partito questa mattina dal Pad SLC-17B della Cape Canaveral Air Force Base in Florida la sonda Keplero, il telescopio spaziale che dovrà scoprire pianeti extra solari di dimensioni terrestri.

Il vettore era un Delta II in configurazione 7925 con 9 booster a propellenti solidi. Il primo stadio aveva un motore RS-27A alimentato a Kerosene RP-1 e ossigeno liquido. Il secondo stadio un motore Aerojet AJ10-118K alimentato a tetrossido di azoto e Aerozine 50, mentre il terzo stadio era a propellente solido.
Il veicolo, costruito dalla Ball Aerospace di Boulder in Colorado, è costato 591 milioni di dollari, pesa 1'052 kg,è alto 466cm ed è alimentato con 4 pannelli solari da 1’100W di picco. Il computer di bordo è un PowerPC con un potente schermo antiradiazioni e le comunicazioni con Terra saranno eszeguite da un trasmettitore in banda Ka. Le sue ricerche verranno eseguite da una posizione orbitale attorno al Sole parallela a quella della Terra, ma con periodo orbitale di 371 giorni, cosa che lo porterà ad allontanarsi lentamente e progressivamente da noi. La sua attuale posizione in cielo è vicino all’ala sinistra della costellazione del Cigno, fra le stelle Deneb e Vega. Il suo strumento principale è una fotocamera da 95 megapixel che permetterà di studiare circa 4,5 milioni di stelle e trovare, potenzialmente, 100'000 nuovi pianeti extrasolari. Attualmente ne abbiamo rilevati poco più di 300.

Il vettore lo ha portato nella posizione prevista in 61 minuti e 49 secondi ed a quel punto il launch manager della NASA Omar Baez e Rich Murphy, mission director per la United Launch Alliance che ha gestito il lancio hanno dato l’OK per il perfetto completamento della missione del Delta II.

Il lancio è avvenuto in perfetto orario, alle 4:49:57 ora italiana (CET).

Ulteriori informazioni qui.

In foto il lancio.
Fonte: NASA.

venerdì 6 marzo 2009

Kepler pronto al lancio.

Il telescopio spaziale Kepler è ormai pronto al lancio che avverrà questa notte con finestra possibile fra le 4:49 e le 4:52 CET, oppure in seconda battuta domenica mattina fra le 5:13 e le 5:16 CET.
C'è molta attesa per questo lancio del Delta II che partendo dalla base della Air Force in Florida porterà in orbita intorno al Sole questo telescopio che è già stato soprannominato 'scopritore di pianeti' e dovrà occuparsi proprio di quello: scoprire pianeti extrasolari.

Diretta del lancio su NasaTV.

Nell'immagine una rappresentazione artistica del telescopio.
Fonte: NASA.

STS-119 News 15.

Confermato.
Il lancio è stato stabilito per le 21:20:10 di mercoledì 11 marzo corrispondenti alle 2:20 CET di giovedì.
Le analisi sulle valvole di controllo del flusso sono terminate ed è stato dato il GO definitivo per il lancio.

Serata al Planetario.

C'erano 310 persone ieri sera al Planetario di Milano per la conferenza di Paolo Bellutta, uno dei pochi terrestri ad avere la patente interplanetaria.
Interessantissimo il suo excursus sul Pianeta Rosso ed altrettanto interessanti le interminabili domande che il pubblico gli ha posto.
L'evento si è così concluso intorno alla mezzanotte ed è stato un successo.

In foto Bellutta (con la bottiglietta in mano) e gli amici di ForumAstronautico, la 'piazza virtuale' dove è possibile trovare anche il pilota marziano che ha il nick, ovviamente, di "Roverdriver".

Foto di Luca Frigerio.

giovedì 5 marzo 2009

STS-119 News 14.

La prevista riunione di ieri ha ottenuto un buon risultato: la data di lancio per il Discovery è stata fissata all’11 marzo, un giorno prima dell’ultima previsione.
Il problema alle FCV (Flow Control Valve) è stato analizzato a fondo ed i risultati hanno spinto i manager NASA verso l’ottimismo.

La rottura non si era mai verificata prima, quindi le valvole delle vecchie serie erano più affidabili, inoltre una frattura di questo tipo (vedi foto della valvola che si è rotta durante l’ultimo volo di novembre), non riesce a iniziare e propagarsi fino al distacco del frammento durante un solo volo. A scanso di sorprese sono comunque stati rinforzati i condotti dell'idrogeno in corrispondenza delle curve ad angolo retto che potrebbero subire danni dagli eventuali frammenti persi dalle valvole.

È quindi stato dato il nulla osta per il lancio della STS-119 e il primo momento utile è previsto mercoledì prossimo alle 21:20 ora della Florida.
Alle 18:27 di venerdì ci sarà l’attracco con la ISS, le EVA il 15, 17, 19 e il 21, mentre il Discovery mollerà gli ormeggi il 23 ed atterrerà il 25 sulla Shuttle Landing Facility del Kennedy Space Center alle 15:27 ora locale.

Fonte: NASA.

martedì 3 marzo 2009

Conferenza a Milano.

Giovedì 5 marzo con inizio alle 21 si terrà al Planetario di Milano una conferenza dal titolo:
Straniero in terra straniera - Cronache del mio viaggio su Marte.

L'ospite che parlerà sarà Paolo Bellutta, un italiano che lavora al Jet Propulsion Laboratory e fa parte del gruppo di piloti che guidano i rover su Marte.

Io ci sarò, e voi?

Nell'immagine, il MER Opportunity.
Fonte: JPL.

lunedì 2 marzo 2009

AstroWorld news.

Kepler quasi pronto.
Il telescopio spaziale Kepler che permetterà di identificare pianeti extrasolari di tipo terrestre è stato chiuso nell’ogiva del vettore Delta II. Il 7 marzo, data di lancio, si sta avvicinando e fervono i preparativi alla Cape Canaveral Air Force Station.

Stazione spaziale Cinese.
È un programma sorprendente quello Cinese e gli annunci si susseguono rapidamente. Per l’anno prossimo prevedono il lancio del primo modulo della loro stazione spaziale che si chiamerà TianGong-1 (Palazzo Celeste), un elemento pressurizzato dal peso di 8,5 tonnellate completo di sistemi di supporto vitale. Il modulo successivo (TianGong-2) salirà verso l’orbita già nel 2011 con il primo aggancio orbitale che verrà eseguito senza la presenza di Taikonauti a bordo. Questo aggancio trasformerà il modulo in una vera e propria stazione orbitale.

LRO rimandato.
La sonda Lunar Reconaissance Orbiter ha subito un nuovo slittamento della data di lancio, precedentemente fissato al 24 aprile ed ora portato al 20 maggio. Il ritardo è causato a problemi nella gestione della rampa Atlas data la concomitanza di un lancio militare.

Schianto sulla Luna.

Ieri primo marzo alle 9:13 CET, la sonda cinese Chang’e-1 ha terminato la sua missione impattando la superficie lunare.
Dopo 16 mesi di servizio e con la rilevazione di una mappa 3D completa del nostro satellite, il piccolo veicolo ha brillantemente completato i compiti assegnati ed ha eseguito l’accensione per la discesa alle 8:36 CET riducendo la sua velocità in modo da colpire il suolo selenico vicino all’equatore lunare seguito da due centri di osservazione e controllo.

Con questo ‘schianto controllato’ si conclude la prima fase della conquista della Luna da parte cinese. La seconda è prevista con Chang’e-2 (già in costruzione) che porterà un rover sulle polverose pianure lunari nel 2012, la terza parte prevede il trasporto a terra di campioni di terreno lunare nel 2017 e la quarta vedrà la discesa degli astronauti, verso il 2020, proprio in concomitanza con il previsto ritorno americano sul nostro satellite.

domenica 1 marzo 2009

Confermato il Budget NASA per il 2010.

Il finanziamento per l’anno fiscale 2010 approvato dal congresso americano è di 18,7 miliardi di dollari.
In questo modo i soldi sono assicurati per tutti i progetti in corso, fra cui gli ultimi lanci Shuttle, la ISS e il programma Constellation.
Aggiungendo il miliardo di extra budget per gli investimenti anticrisi stanziato quest’anno, la National Aeronautics and Space Administration avrà nel 2010 oltre 2,4 miliardi in più rispetto al 2008, un buon risultato nonostante la crisi.
Il Presidente Barack Obama sta decisamente puntando verso il rilancio...

Nell'immagine il logo NASA, soprannominato meatball (polpetta).

40'000.

40'000 pagine viste in due anni.

Grazie a tutti i lettori...

Salutiamo la Cometa Lulin.

La Cometa Lulin se ne sta andando e viste le vostre richieste aggiorno la situazione.

Con la magnitudine in rapida diminuzione si riesce ancora a vedere con un binocolo, almeno fino a metà mese, ma dopo diventerà sempre più debole per poi perdersi nello spazio. Infatti essendo su un'orbita parabolica non tornerà mai più vicino al Sole.
Anche l'anticoda è stata rapidamente 'riassorbita', questo a causa di una effetto prospettico che l'ha portata dietro al nucleo della Lulin. In realtà si trattava della coda di gas che puntava esattamente nella direzione opposta al Sole, risultando davanti al nucleo dal punto di vista della Terra.

A meno di altri fattori (come fortuiti impatti) non si vedrà più ad occhio nudo.

Ecco una breve tabella della visibilità della Lulin per marzo.

Giorno..Sorge.....Culmina...Tramonta..Magn.
01......16.20.....23.09.....6.14......+6.3
03......15.34.....22.32.....5.45......+6.5
05......14.54.....22.00.....5.18......+6.8
07......14.20.....21.31.....4.54......+7.0
09......13.51.....21.06.....4.32......+7.3
11......13.25.....20.43.....4.12......+7.6

Come si vede tende a sorgere sempre prima, quindi al tramonto del Sole è sempre più alta sull’orizzonte est.
Il momento di culmine è quando raggiunge il punto più alto del suo moto apparente in cielo, che corrisponde a circa 62-65 gradi dall’orizzonte, quindi i 2/3 della distanza dello zenith dall’orizzonte stesso.

In foto la Lulin il 24 febbraio