Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

venerdì 29 febbraio 2008

ATV-1 News 1.

Si avvicina il momento del lancio.
L'ESA è ormai prontissima per la prima missione dell'Automated Transfer Vehicle, battezzata "Jules Verne", che decollerà sabato 8 alle 5:24 italiane da Kourou nella Guiana francese.

Il programma delle operazioni previste è abbastanza lungo.
08 Marzo - Lancio
12 Marzo - dimostrazione CAM (Collision Avoidance Maneuver)
18 Marzo - Orbita di parcheggio
29 Marzo - Demo Day 1 (manovre)
31 Marzo - Demo Day 2 (simulazioni)
03 Aprile - Demo Day 3 (attracco)

L'attracco avverrà al portello di poppa del modulo russo Zvezda.
ATV resterà in orbita di parcheggio a circa 1200 km di distanza per tutta la durata della missione dell'Endeavour.

STS-123 News 10.

E' ufficiale: Endeavour ha avuto l'OK per il lancio l'11 marzo.
I manager NASA hanno completato oggi la flight readiness review e liberato il campo per il lancio che inizierà la missione di 16 giorni che porterà il modulo giapponese e il manipolatore canadese sulla ISS.
L'equipaggio dell'Endeavour - comandante Dominic Gorie, pilota Gregory Johnson, ingegneri di volo Michael Foreman, Richard Linnehan, Robert Behnken, l'astronauta giapponese Takao Doi e l'ingegnere di volo della ISS Garrett Reisman - prevede di raggiungere il Kennedy Space Center venerdì prossimo per essere presenti all'inizio del countdown alle 3 di sabato mattina.
Il lancio, confermato, sarà alle 2:28:10 della mattina dell'11 marzo (le 7:28:10 in Italia).
Il lavoro per il team della FRR è stato decisamente leggero, grazie soprattutto al lavoro di preparazione e all'ultimo volo di Atlantis che è stato particolarmente "pulito", sintomo dell'ottimo livello qualitativo raggiunto dalla preparazione degli orbiter.
Non rimangono praticamente cose da verificare per l'ultimo controllo che viene eseguito 2 giorni prima del lancio.
Anche l'analisi del comportamento dei detriti del satellite disintegrato dalla US Navy non danno adito ad alcuna preoccupazione, in quanto la "nuvola" di frammenti sta rapidamente rientrando in atmosfera.
Non sembra necessario estendere la missione oltre i 16 giorni previsti, anche se, in caso di necessità, potrà essere tranquillamente prolungata grazie al sistema di rifornimento energetico che Endeavour ha già installato nel sistema di aggancio alla ISS, che gli permette di essere alimentato dalla stazione stessa.
La disposizione del carico nella stiva di Endeavour.

giovedì 28 febbraio 2008

STS-123 News 9.

Oggi e domani è prevista la FRR (Flight Readiness Review) e la commissione apposita effettuerà un'approfondita valutazione sulla presenza di tutte le condizioni per il volo nello spazio di Endeavour, dell'equipaggio e del payload caricato nella stiva.
A questo proposito i famosi tubi del refrigerante che si piegano male non hanno fatto i capricci alla chiusura della stiva sulla rampa. Evidentemente questi montati su Endeavour sono ancora in condizioni migliori di quelli montati sui "colleghi" attualmente nell'OPF per le revisioni.
Come di consueto, terminata la FRR ci sarà l'annuncio ufficiale della data e ora del lancio, per ora solo "prevista".

L'equipaggio festeggia al JSC con due bellissime torte la fine dell'addestramento ufficiale.

mercoledì 27 febbraio 2008

STS-122 News 14.

Sono ormai iniziati i lavori su Atlantis nell'OPF e all'apertura della stiva si è visto che uno dei 4 condotti flessibili che collegano i radiatori sui portelli non si è ritirato nel modo previsto, come del resto si temeva.
Non c'è stato nessun tipo di pericolo per la navetta e l'equipaggio, anche perchè un'eventuale perdita poteva essere tranquillamente isolata chiudendo i circuiti che non sono utilizzati durante il rientro.
I 4 condotti verranno sostituiti per la prossima missione, la STS-125 verso Hubble.

martedì 26 febbraio 2008

STS-123 News 8.

L'equipaggio dello Shuttle Endeavour ha effettuato ieri la prova generale del countdown che ha aperto la strada al lancio dell'11 marzo per una missione di 16 giorni sulla ISS, dove con 5 passeggiate spaziali verranno installati il modulo logistico giapponese Kibo e il manipolatore canadese Dextre.

Il comandante dello Shuttle Dominic Gorie, il pilota Gregory Johnson, gli ingegneri di volo Michael Foreman, Richard Linnehan, Robert Behnken, l'astronauta giapponese Takao Doi e l'ingegnere di volo della ISS Garrett Reisman sono saliti per l'ultimo test che è terminato con la simulazione dell'accensione e spegnimento d'emergenza dei motori principali della navetta.L'equipaggio simula la fuga dalla rampa durante il test.

Gli astronauti sperano di imbarcarsi effettivamente nella notte del 10 marzo per il lancio dell'11 Marzo alle 2:28:10 (da noi saranno le 7:28 - in USA l'ora legale inizia il 9 marzo).
Attualmente ci sono 2 possibilità di lancio, l'11 e il 12, dopodichè si dovrà lasciare strada al razzo Delta 2 che trasporta in orbita un satellite dell'Air Force per il GPS (Global Positioning System).

Il lancio di Endeavour giunge appena 3 settimane dopo il rientro di Atlantis, atterrato allo spazioporto della Florida, di ritorno, con pieno successo, dalla prima missione delle sei previste quest'anno.

"Siamo veramente emozionati di essere qui durante questa simulazione" ha detto Gorie ai giornalisti domenica. "Il Kennedy Space Center sta viaggiando ad una formidabile velocità, come potete immaginare, con due lanci come questi uno dietro l'altro. Stanno realizzando dei grandi obiettivi e li aiuteremo a completarli con il puntuale lancio di Endeavour l'11 marzo prossimo. Endeavour è in grande forma ed è pronto per il nostro viaggio."

Bill Gerstenmaier, capo delle operazioni spaziali al quartier generale NASA, comanderà la flight readiness review giovedì e venerdì. Dando per scontato che non ci siano problemi, la NASA prevede di iniziare il countdown di Endeavour alle 3 di mattina dell'8 marzo (contando il passaggio all'ora legale USA il 9 marzo alle 2).

Come al solito con le missioni verso la Stazione Spaziale, lo Shuttle può decollare entro cinque minuti prima e cinque minuti dopo il momento ideale in cui la rotazione terrestre trasporta la rampa di lancio sul piano orbitale della ISS. Per questo motivo la NASA di solito imposta il momento del lancio al centro della finestra di 10 minuti, così il lancio "complanare" all'orbita ottimizza tutti i parametri di volo, ma riduce la finestra effettiva a solo 5 minuti restanti.

Qui sono riportate alcuni momenti di lancio previsti (considerando il momento "complanare").

DATA/KSC ... Complanare
11/03/08 ... 02:28:10
12/03/08 ... 02:02:23
13/03/08 ... 01:39:51 (non utilizzabile)
14/03/08 ... 01:14:09 (non utilizzabile)
15/03/08 ... 00:51:36 (non utilizzabile)
16/03/08 ... 00:25:54 (non utilizzabile)
17/03/08 ... 00:03:22
17/03/08 ... 23:37:39
18/03/08 ... 23:15:08
19/03/08 ... 22:49:24
20/03/08 ... 22:21:53
21/03/08 ... 22:01:10
22/03/08 ... 21:38:39
23/03/08 ... 21:12:55

Gli obiettivi principali della missione STS-123, oltre al trasporto e installazione del modulo giapponese e del braccio robotico, dovrà anche testare una nuova tecnica di riparazione dello scudo termico dello Shuttle, dovrà portare a bordo della ISS un nuovo componente della Spedizione 16, Reisman e riportare a terra l'astronauta ESA Leopold Eyharts dopo 6 settimane in orbita.

Il modulo giapponese verrà temporaneamente agganciato al portello superiore del nodo Harmony. Durante la successiva missione Shuttle a maggio, verrà trasportato in orbita il laboratorio Kibo, decisamente più grande, a cui verrà poi agganciato il relativo modulo logistico.

Considerando il lancio in orario, Gorie piloterà Endeavour all'attracco con la ISS circa alle 23:27 del 12 marzo (4:27 del 13, ora italiana). Il modulo logistico verrà installato il giorno successivo durante il primo dei 5 spacewalks. Linnehan e Reisman faranno la prima passeggiata, Linnehan verrà accompagnato da Foreman per la seconda il 15 marzo e da Behnken per la terza il 17 marzo. Tutte e tre le EVA saranno sfruttate principalmente per l'assemblaggio del manipolatore canadese DEXTRE, una mano meccanica che può essere agganciata al braccio robotico della stazione.

Benkhen e Foreman eseguiranno le ultime due passeggiate il 20 e 22 marzo per verificare le nuove attrezzature di riparazione dello scudo termico e montare il braccio aggiuntivo di ispezione dello shuttle sulla stazione. Il braccio speciale lungo 16 metri verrà lasciato sulla stazione perchè la prossima missione non lo potrà montare a bordo a causa dell'ingombro del laboratorio Kibo, leggermente fuori misura con le nuove specifiche Shuttle del dopo-Columbia.

Se tutto segue le previsioni, Endeavour si sgancerà dalla ISS circa alle 20 del 24 marzo (l'1 del 25 marzo da noi) e atterrerà al Kennedy Space Center alle 20:35 del 26 marzo (in Italia 1:35 del 27).


Tutti gli orari sono un po' scomodi per noi italiani, ma vi terrò comunque informati...

lunedì 25 febbraio 2008

La ISS a occhio nudo! – Marzo.

Ecco la nuova tabella per i passaggi visibili della ISS nei nostri cieli.
Siamo in un nuovo periodo mattutino che prevede la visita dell'Endeavour.
Due reboost sono appena stati eseguiti, ma la quota della stazione non è elevatissima.
Se ci fossero modifiche sarà mia cura informarvi.

Legenda:
Data.... del passaggio
Mag..... Magnitudine visuale della stazione
Ora..... del culmine del passaggio - sorge ca. 2' prima e tramonta ca. 2' dopo
Alt..... Altezza angolare massima in gradi dall'orizzonte (es. zenith 90° polare 40-45°)
Az...... Azimuth, direzione in base ai punti cardinali

Data .... Mag ... Ora ....... Alt. .. Az.
1 Mar ... 0.6 ... 06:07:40 ... 15 ... SE
2 Mar .. -1.1 ... 06:28:42 ... 40 ... SE
3 Mar ... 0.5 ... 05:15:14 ... 14 ... SE
4 Mar .. -1.1 ... 05:36:10 ... 36 ... SE
5 Mar .. -2.5 ... 05:57:21 ... 79 ... NNO
6 Mar ... 0.2 ... 04:44:57 ... 21 ... E
6 Mar .. -1.5 ... 06:18:37 ... 36 ... NNO
7 Mar .. -1.5 ... 05:05:23 ... 48 ... NE
8 Mar .. -1.6 ... 05:25:56 ... 38 ... NNO
9 Mar ... 1.3 ... 04:14:43 ... 11 ... ENE
9 Mar .. -0.7 ... 05:47:15 ... 24 ... NNO
10 Mar .. 0.4 ... 04:34:55 ... 18 ... NE
10 Mar . -0.4 ... 06:08:39 ... 20 ... N
11 Mar . -0.3 ... 04:55:04 ... 23 ... N
11 Mar . -0.4 ... 06:30:02 ... 21 ... N
12 Mar . -0.3 ... 05:15:47 ... 20 ... N
13 Mar . -0.3 ... 05:37:07 ... 21 ... N
14 Mar .. 0.6 ... 04:24:09 ... 15 ... NNE
14 Mar . -0.6 ... 05:58:24 ... 27 ... NNE
15 Mar . -0.1 ... 04:44:15 ... 20 ... N
15 Mar . -1.6 ... 06:19:34 ... 48 ... NNE
16 Mar . -0.5 ... 05:05:22 ... 26 ... NNE
17 Mar . -1.4 ... 05:26:30 ... 44 ... NNE
18 Mar .. 0.6 ... 04:13:32 ... 18 ... NE
18 Mar . -2.5 ... 05:47:28 ... 75 ... SSO
19 Mar . -0.9 ... 04:33:52 ... 36 ... NE
19 Mar . -1.2 ... 06:08:14 ... 26 ... SO
20 Mar . -2.6 ... 04:54:21 ... 82 ... S
21 Mar . -1.5 ... 05:15:02 ... 29 ... SO
22 Mar . -0.1 ... 05:35:53 ... 11 ... SO


Dopo inizierà un nuovo periodo serale.
25 Mar .. 0.1 ... 19:52:16 ... 10 ... SSE

Dati salvo “reboost” o modifiche orbitali e ottimizzati per il nord Italia.

STS-123 News 7.

L'equipaggio è giunto al KSC per la TCDT (Terminal Countdown Demonstration Test - Test finale del countdown) in cui eseguiranno tutte le simulazioni di lancio e le procedure di emergenza in rampa.
Durerà 3 giorni dopodichè torneranno al JSC per la fine dell'addestramento.

domenica 24 febbraio 2008

STS-123 Sfondo per il desktop.

Ho creato questo sfondo per il desktop del computer.
Se vi interessa potete cliccare sull'immagine qui sotto e poi sulla versione a dimensioni reali direttamente col tasto destro "Imposta come sfondo".
La risoluzione è 1024x768 px. e la dimensione 129'711 byte.

Space Shuttle Missions DataBase Ver. 1.4

Ho messo online la nuova versione del mio DataBase: è la 1.4 del 22-02-2008.
Ci trovate qualcosa come 40'000 dati delle missioni Shuttle.
Qui potete scaricarlo liberamente...

Ah, dimenticavo...
Ho già iniziato ad aggiungere dati per la 1.5...

sabato 23 febbraio 2008

Eclisse particolare...

Come sarà apparsa l'eclisse di Luna... dalla Luna?

Ovviamente come un'eclisse di Sole, ma decisamente suggestiva...

venerdì 22 febbraio 2008

STS-125 News 1.

Appena rientrato nell'OPF (Orbiter Processing Facility - Impianto di revisione degli Orbiter) l'Atlantis sarà sottoposto ad una pesante revisione per prepararsi all'ultima missione non ISS del programma Space Shuttle: la Hubble Space Telescope Servicing Mission.
La navetta è stata disattivata completamente e si attende di preparare la "white room" (l'ambiente sterile per il lavoro) e poi verrà aperta la stiva.

Dovranno smontare l'Orbiter Docking System, il sistema di aggancio alla ISS, inutile per questa missione. Verrà modificato il "tappo" sul muso, uno dei punti più delicati dell'orbiter, con l'apposizione di punti adatti a semplificare e rendere più efficace il controllo con il braccio robotico. Saranno inoltre irrobustiti i "finestrini" mediante l'apposizione di uno strato di policarbonato che permette maggiore resistenza da micrometeoriti.
Questi sono soltanto alcuni dei miglioramenti che varranno fatti ad Atlantis per questa missione, in attesa del "tagliando" grosso che costituirà una vera e propria revisione per affrontare in piena forma gli ultimi appuntamenti del programma che, ripeto, si chiuderà nel 2010 con la missione STS-133.
La STS-125 ha ancora la "spada di Damocle" della missione STS-123, la prossima in partenza, in quanto al momento del lancio dovrà essere pronto in rampa l'Endeavour per intervenire in soccorso di Atlantis se qualcosa dovesse andare storto. Partenza e rientro senza ritardi diventano così indispensabili.
Anche in quel lancio ci sarà un'ultima volta: l'ultima occasione di vedere due Space Shuttle contemporaneamente in rampa...
La data prevista è fra la fine di agosto e l'inizio di settembre.

STS-123

Nessuna novità di rilievo...

Solo belle immagini...

giovedì 21 febbraio 2008

Satellite abbattuto.

Questa notte alle 4:30 italiane, l'incrociatore "Lake Erie" posizionato al largo delle isole Hawaii ha lanciato un missile ed ha colpito il satellite fuori controllo.
L'impatto c'è stato ed ora occorre attendere per vedere i risultati: entro 24-48 ore la maggior parte dei detriti rientrerà in atmosfera.
Se l'esplosione non è stata sufficientemente potente si vedrà il da farsi non appena si avranno notizie precise sull'esito dell'operazione.
La Russia e la Cina si sono dette preoccupate per l'episodio.
Peccato che l'anno scorso proprio la Cina ha fatto un test simile abbattendo un satellite non in pericolo di rientro e su un'orbita tale da mettere in pericolo la stessa ISS.

Mi pare che la Cina abbia perso un'ottima occasione per tacere...

mercoledì 20 febbraio 2008

STS-123 News 6.

Con il termine della missione dell'Atlantis, la prossima è alle porte e l'Endeavour è già in rampa.

Porterà sulla stazione la prima parte del laboratorio giapponese KIBO e il braccio "Special Purpose Dexterous Manipulator".

Terminal Countdown Demostration Test il 25 febbraio.
Partenza prevista: 11 marzo ore 2:31 ora LEGALE della Florida, quindi le 7:31 in Italia.
Lancio notturno.

Splendida immagine dei Thunderbirds che sorvolano Endeavour in rampa...

STS-124 News 1.

La missione STS-124 del Discovery ha avuto uno slittamento.
Precedentemente era prevista per il 24 aprile 2008.
La nuova data è il 25 maggio.
Il ritardo è dovuto al maggior lavoro occorrente per la preparazione del serbatoio esterno dopo i problemi di Atlantis.
Come anticipato la modifica era da apportare a tutti i serbatoi, compreso quello della STS-124 già prodotto.

STS-122 Rientro.

Deorbit burn - accensione dei motori per l'uscita dall'orbita - eseguito!

Signori, prossima fermata: Terra!

Ecco la "carovana" di veicoli di supporto che va ad attendere Atlantis sulla pista 15 della Shuttle Landing Facility al KSC.

-----------------------------------------------------

Entry interface...
Riscaldamento dell'orbiter e perdita del segnale di comunicazione a causa della ionizzazione del plasma...

Attendiamo...

-----------------------------------------------------

Le superfici alari iniziano ad essere attive...
I comandi cominciano ad arrivare con alettoni e timone...

-----------------------------------------------------

70 km di quota...
Contatto radio!

Forza ragazzi che ci siamo...!

-----------------------------------------------------

Atlantis ha attraversato l'america centrale ed è sul golfo del Messico...
Cambio di direzione sinistra-destra...


-----------------------------------------------------

Eccolo!
Contatto visivo con Atlantis...

-----------------------------------------------------

Doppio bang supersonico...

Nuvole...

Ecco la pista!

-----------------------------------------------------

Atterrato!

Bentornati ragazzi!



Stop completo alle 15:08:08 italiane

Tempo totale di missione: 12d, 18h, 22m, 38s

martedì 19 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 14.

Quattordicesimo ed ultimo giorno di missione.

Mercoledì 20 febbraio 2008.
197...06:45...Risveglio equipaggio
200...10:05...Inizio preparazione per il rientro
200...11:19...Chiusura dei portelli della stiva
202...13:59...Accensione deorbitante per il KSC - primo tentativo
203...15:07...Atterraggio al KSC - primo tentativo
203...15:35...Accensione deorbitante per il KSC - secondo tentativo
204...16:42...Atterraggio al KSC - secondo tentativo
204...17:05...Accensione deorbitante per Edwards - primo tentativo
205...18:12...Atterraggio ad Edwards - primo tentativo
205...18:41...Accensione deorbitante per Edwards - secondo tentativo
206...19:47...Atterraggio ad Edwards - secondo tentativo

Vediamo ora in dettaglio le ultime fasi per il primo tentativo:

Orbita 202 - destinazione Kennedy Space Center, Florida.

10:14...Stivaggio radiatori
10:24...Installazione sedili per gli specialisti di missione
10:30...Preparazione computers per manovre di rientro
10:34...Preparazione dei sistemi idraulici per il rientro
10:59...Controllo evaporatori unità di raffreddamento
11:05...Disattivazione finale del payload
11:19...Pre chiusura dei portelli della stiva
11:29...Controllo Missione dà il 'go' per il caricamento del software OPS-3 di rientro
11:39...Transizione al software OPS-3
12:04...Verifica posizione interruttori della plancia per il rientro
12:14...Ultimo aggiornamento per i dati di deorbitazione
12:19...Ripasso delle procedure di rientro per l'equipaggio
12:34...Comandante e pilota indossano la tuta di rientro
12:51...Misurazione dell'Allineamento Inerziale
12:59...Comandante e pilota ai posti; gli altri indossano le tute
13:16...Test dei comandi di sterzata
13:19...Preinizializzazione delle unità di attuazione idrauliche
13:26...Disattivazione dei servizi igienici
13:34...Chiusura definitiva della stiva per il rientro
13:39...Controllo Missione dà il 'go' per l'accensione deorbitante
13:45...Specialisti di missione ai posti
13:54...Avvio della prima unità di comando idraulico

13:59...Attivazione motore per manovra deorbitante (dV: 315 km/h; dT: 02m39s)
14:02...Manovra deorbitante completata (quota: 338,5 km)

14:35...Entry interface - Interfaccia di rientro, contatto con l'atmosfera (quota: 120 km)
14:40...Prima curva verso sinistra
14:52...Prima "sterzata" sinistra-destra
14:54...Acquisizione del radar in banda C
15:01...Velocità sotto mach 2.5 (altitudine: 25'600 m)
15:03...Velocità sotto mach 1 (altitudine: 15'500 m)
15:03...Lo Shuttle vira di 301 gradi per allinearsi con la pista 33
15:07...Atterraggio.

STS-122 News 13.

Tutto OK per il meteo di domani: bel tempo e vento moderato sul KSC.

I vari componenti dell'equipaggio hanno scelto i loro beveroni reidratanti per la preparazione al rientro a terra dopo le due settimane in microgravità.
- Frick - 1,2 l di acqua con 10 pastiglie di sali
- Pointdexter - 0,7 l di acqua, 0,7 l di limonata e 12 pastiglie
- Melvin - 1,4 l di succo d'arancia
- Walheim - 0,5 l di succo di ciliegia, 0,5 l di succo "tropicale", 0,5 l di succo d'uva e 10 pastiglie
- Schlegel - 1,2 l di brodo di pollo
- Love - 1,2 l di succo di ciliegia e 10 pastiglie
- Tani - 1,2 l di limonata e 10 pastiglie.
Dovranno bere al ritmo di circa 300-350 ml ogni quarto d'ora fino all'interfaccia di rientro...
Se non scendono al primo tentativo si replica, non tutto, ma almeno con un ulteriore 80%...
Salute!

Ormai sappiamo che Atlantis dovrà atterrare domani a causa del "satellite impazzito", ma se ci fossero controindicazioni, le scorte di bordo basterebbero fino a venerdì.
Quindi un'ulteriore paio di giorni per rientrare.

Nessuna precauzione da prendere per i famosi tubi dei radiatori sui portelli: se dovessero piegarsi male non è un problema, tanto si rientra e una volta nell'OPF verranno sostituiti.

Un problema inizialmente preoccupante che si è verificato già ieri sera è stato il guasto al circuito di riscaldamento di un gruppo di razzi di manovra nella coda di Atlantis.
Il riscaldamento mantiene i collettori dei carburanti ad una temperatura tale da favorire il flusso dei propellenti ed è indispensabile per il buon funzionamento dei motori.
Il circuito (quello guasto è il numero 5) non si è riavviato e quindi il controllo missione è stato costretto a dichiararlo inutilizzabile nonostante siano state fatte alcune manovre correttive dell'assetto della navetta per mantenere la zona interessata il più possibile esposta ai raggi solari. Comunque non pare ci si debba preoccupare in quanto la ridondanza di questi sistemi è tale che non c'è alcun pericolo per l'equipaggio.
Schema del Pod di sinistra dell'Atlantis.

lunedì 18 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 13.

Tredicesimo giorno...

Martedì 19 febbraio.
181...06:45...Risveglio equipaggio.
183...09:45...Inizio riordino della cabina.
184...11:10...Test FCS (Flight Control System).
185...12:20...Test RCS (Reaction Control System).
186...14:05...Briefing preparazione equipaggio per il rientro.
187...14:35...Interviste.
189...18:30...Briefing di missione.
190...19:15...Preparazione imbottitura al sedile di Tani.
190...19:35...Chiusura e stivaggio dell'antenna in banda KU.
191...22:00...Briefing finale.
192...22:45...Inizio periodo di sonno.

Orbita...ora italiana.

STS-122 News 12.

Distacco avvenuto regolarmente con splendide fotografie riprese durante l'orbita intorno alla stazione.

Una parte di controllo dello scudo termico è già stata effettuata oggi usando lo scanner laser insieme alla telecamera ad alta risoluzione montati all'estremità del braccio robotico.
Questa operazione è già stata completata e alla fine il tutto è stato riposto nelle sue posizioni vincolate, pronto per il rientro.

Il tempo previsto per mercoledì al KSC rimane bello mentre alcune piogge sono previste ad Edwards.

Siamo agli sgoccioli della missione e rimangono poche operazioni da compiere, fra cui il riporre tutti i materiali per il ritorno.

Guardate cosa c'è sullo sfondo dell'Atlantis ripreso dalla ISS...

STS-123 News 5

Rollout completato con quasi un'oretta di anticipo.
Una curiosità: in realtà l'Endeavour è in rampa per la missione LON-323.
Launch On Need (LON - Lancio se necessario) sono le missioni di soccorso per le missioni standard.
In questo caso è l'eventuale missione di soccorso per l'Atlantis che dovrà decollare per dare assistenza alla STS-122 se dovesse avere problemi pre-rientro.
La denominazione STS-123 diventerà ufficiale al momento del deorbit burn di Atlantis, quando il rientro non sarà più evitabile, anche se non ci sono problemi di sorta allo scudo termico della navetta in rientro.

Confermato il lancio per l'11 marzo: se entro il 12 non partirà toccherà al Delta II dopodichè i tentativi di lancio riprenderanno il 15 marzo.

domenica 17 febbraio 2008

Eclisse di Luna.

Mercoledì notte tutti con il naso all'insù per vedere l'eclisse totale di Luna.
Da noi la penombra inizierà alle 02:45 del 21 mattina.
La fase di totalità inizierà alle 04:02 e durerà 51 minuti
5° a NordEst della Luna si potrà anche vedere Saturno (come punto di paragone il diametro della Luna è circa mezzo grado).

Come per tutte le Eclissi di Luna non ci sarà la scomparsa del nostro satellite, ma si colorerà intensamente di un rosso scuro a causa dell'atmosfera terrestre che rifrange e diffonde i raggi solari.

Chissà se dalla ISS faranno delle fotografie...

STS-123 News 4.

Il rollout dell'Endeavour è previsto con partenza poco dopo le 6 italiane di domattina e per le 12:30 ora italiana ci sarà il collegamento di NasaTV per l'arrivo al Pad.
La navetta percorrerà i 5,5 km dal VAB alla rampa 39A in quasi sette ore.
Alle 16:15 dovrebbe esserci il sorvolo dell'Endeavour da parte dei Thunderbirds dell'U.S. Air Force.

STS-122 Flight Day 12.

Dodicesimo giorno.

Lunedì 18 febbraio.
166...06:45...Risveglio equipaggi.
168...10:26...Sgancio dell'Atlantis dalla Stazione.
168...10:56...Inizio del giro attorno alla stazione.
169...12:10...Separazione finale dalla ISS.
171...14:20...Ispezione del sistema di controllo (OBSS - braccia e sensori).
173...17:00...Briefing di missione.
174...18:35...Posizionamento OBSS.
176...22:45...Inizio periodo di sonno.
Orbita...ora italiana.

Ma vediamo in dettaglio il processo di separazione.

09:13 ...Alba.
09:38 ...ISS assetto di separazione.
09:43 ...Mezzodì.
09:54 ...Blocco antenna KU della ISS.
10:14 ...Tramonto.
10:15 ...Spostamento pannelli lato russo.
10:20 ...Spostamento pannelli lato americano.

10:26 ...UNDOCKING - distacco.

10:29 ...ISS mantenimento assetto.
10:32 ...Distanza: 17 metri; avvio jet X.
10:34 ...Distanza: 25 metri; jet Z bassa potenza.
10:39 ...Pannelli lato russo riprendono il tracking solare.
10:44 ...Alba.
10:56 ...Distanza: 130 metri; inizio giro.
11:06 ...Distanza: 200 metri.
11:08 ...Shuttle direttamente sopra alla ISS.
11:15 ...Mezzodì.
11:19 ...Shuttle direttamente di lato alla ISS.
11:31 ...Shuttle direttamente sotto alla ISS.
11:42 ...Shuttle direttamente di fronte alla ISS.
11:42 ...Accensione di separazione No. 1.
11:45 ...Tramonto.
12:10 ...Accensione di separazione No. 2.
12:15 ...Alba.

Alba, Mezzodì e Tramonto sono riferiti al punto dell'orbita occupata dall'Atlantis.

STS-122 News 11.

Tutto bene oggi a bordo e il programma delle attività ha seguito le previsioni.

La cerimonia di accomiato dell'equipaggio dell'Atlantis si è svolta come al solito, tranne per Daniel Tani che rientra a Terra dopo quattro mesi passati nello spazio e che ha subito un grave lutto il 19 dicembre scorso, quando la mamma novantenne perdeva la vita in un incidente d'auto.

"Sono felice di aver partecipato a questa grande impresa e sono particolarmente ottimista sul futuro dell'umanità nello spazio." Ha detto Tani "Ho lavorato fianco a fianco con un francese, un italiano, un tedesco, un russo... Nazioni che non sono state sempre amichevoli fra loro, ma ora collaborano completamente per fare queste grandi cose..."
"Oltretutto oggi pensavo che ho avuto l'onore di viaggiare nello spazio con due comandanti donna ed è stato fantastico partecipare a questa 'prima volta'. Entrambe sono state dei fantastici comandanti ed è stato un privilegio viaggiare ai loro ordini."
"Ovviamente il mio pensiero oggi è andato a mia madre, la mia ispirazione" e qui ha strozzato un singhiozzo "e naturalmente il mio lavoro è un gioco rispetto a quello di mia moglie Jane. Mentre io ero qui che mi divertivo, l'amore della mia vita faceva il lavoro pesante a casa. Non vedo l'ora di tornare da lei e dalle mie due figlie."
A queste parole sono seguite le solite lodi al controllo di terra che ovviamente cerca sempre di rendere al meglio il lavoro e la vita di ogni giorno a bordo della ISS.

Il portello è stato chiuso alle 19:03 ed ora si dovranno completare le procedure che domani porteranno allo sgancio dell'Atlantis dalla ISS.

sabato 16 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 11.

Programma dell'undicesimo giorno in orbita.

Domenica 17 febbraio.
151...07:45...Risveglio equipaggi
152...09:45...Aggiornamento con il direttore di volo
152...09:55...Prosecuzione allestimento Columbus
153...11:05...Ripresa spostamento materiali fra ISS e Atlantis
156...15:50...Controlli pre-distacco
157...18:15...Saluti e chiusura portelli
158...19:00...Briefing di missione
158...19:15...Installazione telecamera di allineamento
160...22:15...Inizio periodo di sonno per la ISS
160...22:45...Inizio periodo di sonno per l'Atlantis

Numero orbita...ora italiana.

STS-122 News 10.

Il reboost di oggi, durato 36 minuti, ha aumentato di circa un miglio (1600 metri) la quota della ISS.

Dato il rientro sicuro per mercoledì, Atlantis sta trasferendo a bordo della ISS tutto l'ossigeno in eccesso che non verrà utilizzato dall'equipaggio prima del rientro. Il trasferimento dei quasi 40 kg di O2 impiegherà oltre 14 ore per completarsi e darà abbastanza fastidio agli equipaggi per il rumore che provoca fluendo nelle valvole di controllo.

Le operazioni eseguite oggi per l'attivazione di tutte le componenti del Columbus hanno anticipato il lavoro che la settimana prossima avrebbe dovuto compiere l'equipaggio della ISS e quindi è stato anticipato il programma dei lavori e l'inizio degli esperimenti su Columbus.
L'equipaggio dell'Atlantis ha fatto un favore ai colleghi della ISS, ma hanno anticipato il lavoro per il Columbus Control Center...

STS-123 News 3.

Il 13 marzo è previsto il lancio di un Delta II con un satellite di ULA e GPS.
Questi hanno richiesto priorità sullo Shuttle dato che hanno un calendario molto intenso previsto per quest'anno.
Il problema è che un lancio il 13 non permette un lancio l'11 e quindi Endeavour dovrebbe cambiare data. Dopo diventa un problema a causa di un successivo lancio Soyuz (quando lo Shuttle è ormeggiato alla ISS non è permesso ad altre capsule di manovrare nei pressi) che obbligherebbe a spostare il lancio di oltre un mese con conseguenze disastrose sul programma lanci.
L'unica soluzione apparente è quella di anticipare il lancio al 9 marzo, ma purtroppo i tempi sono già molto stretti.
Probabilmente sarà la soluzione finale, ma ampia enfasi è stata data a evitare qualsiasi compromesso sulla sicurezza.
Per ora si accelererà quindi la preparazione della navetta che, già lunedì per il rollout, ha un possibile problema meteo...
Speriamo bene...
Stanotte il Canister con il carico per la stiva dell'Endeavour ha già raggiunto la rampa.

STS-122 News 9.

Atlantis deve atterrare mercoledì 20, quindi oltre alla Shuttle Landing Facility del KSC, verrà allertata anche la Dryden Flight Research Center di Edwards, in California.
E' quello che il Pentagono ha chiesto alla NASA per poter avere il massimo delle possibilità di intercettazione del satellite segreto in crisi.
La preoccupazione è per i detriti lanciati dall'esplosione che resterebbero in orbita bassa per alcuni giorni causando un potenziale pericolo per l'orbiter in rientro.
Il satellite NROL-21 (chiamato anche USA-193) è ormai completamente fuori controllo e pare che i serbatoi di idrazina (ormai congelata) possano essere una minaccia per la popolazione in caso cadesse su zone abitate.
In questo modo si risolverebbe il problema con un missile lanciato da un incrociatore della U.S.Navy dislocato in pieno Oceano Pacifico.
Dai calcoli il satellite dovrebbe raggiungere gli strati più densi dell'atmosfera terrestre nei primi giorni di marzo, ma la marina americana ha intenzione di intervenire prima, per evitare problemi con la prossima missione dell'Endeavour in partenza il giorno 11.
A questo scopo "Il primo tentativo d'intercettazione è previsto per giovedì prossimo, 21 febbraio" ha detto il Gen. James Cartwright della Marina USA.
Normalmente la NASA preferisce evitare il rientro dello Shuttle ad Edwards e di solito si attende di effettuare un primo tentativo sul KSC e solo il giorno successivo, se il clima della Florida non lo permettesse, si scenderebbe in California.
Questo perchè il trasporto dell'orbiter da un capo all'altro degli Stati Uniti in groppa al Boeing 747 (SCA - Shuttle Carrier Aircraft) costa la bellezza di 2 milioni di dollari e fa anche perdere da 7 a 15 giorni alla preparazione alla missione successiva.
In questo caso, penso che il conto di un eventuale rientro Californiano verrà presentato al Pentagono...
Le previsioni meteorologiche a lungo termine danno però bel tempo per mercoledì sul Kennedy Space Center e si avranno 2 possibili tentativi successivi su due orbite consecutive (circa 90 minuti di distanza) prima di deviare definitivamente su Edwards.
La terza base, cioè White Sands in New Mexico, non sarà allertata.
Atlantis è attualmente attraccato alla ISS circa a 335 km di quota.
Il Pentagono prevede di intercettare il satellite a circa 250 km di quota e in base alle orbite relative ci sarebbe la possibilità di interferenze fra la navetta in rientro e la nuvola di detriti che scaturirà dall'esplosione.
Ovviamente se lo Shuttle si toglie di mezzo mercoledì, il Pentagono potrà agire decisamente in modo più libero...
Per quanto riguarda la Stazione Spaziale Internazionale, pare che non ci saranno assolutamente pericoli in quanto tutti i detriti, anche se salissero alla quota della ISS, tornerebbero rapidamente indietro rientrando in atmosfera in breve tempo.
"Abbiamo analizzato l'esito dell'esplosione e i rischi per la Stazione sono minimi" ha detto Kirk Shireman, Program Manager della ISS al Johnson Space Center di Houston.
"Non siamo quindi assolutamente preoccupati e non prevediamo ulteriori attività in concomitanza di questa operazione."

L'impressione è comunque che il Dipartimento della Difesa americana abbia qualcosa da nascondere e contemporaneamente voglia dimostrare le capacità di intercettazione orbitale...

Grafico dell'andamento della quota di USA-193.

venerdì 15 febbraio 2008

Tiro al bersaglio.

Alcuni di voi si sono chiesti cosa ci facessero dei militari sugli schermi di NasaTV ieri sera.
Scoperto l'arcano.
Il Satellite militare USA 193 sta per rientrare in atmosfera dopo che il dipartimento della difesa americano ne ha perso il controllo.
Questa situazione è passata sotto il controllo militare che ha deciso di attendere che il satellite scenda un po' di quota dopodichè verrà abbattuto con un missile.
La scusa ufficiale è che il serbatoio contiene idrazina che se arrivasse a terra potrebbe essere pericolosa.

Il primo ragionamento è che essendo l'idrazina una sostanza molto volatile, alle alte temperature che raggiungerà il satellite durante il rientro evaporerà certamente tutta senza contare che potrebbe lei stessa fare esplodere il satellite.
Evidentemente su quel satellite c'è qualcosa che il mondo non deve vedere e questo diventa un ottimo modo per farlo sparire.

Considerando che la Cina ha eseguito l'anno scorso un esperimento simile, ecco l'occasione per dimostrarsi pronti ad affrontare nello spazio la nuova superpotenza mondiale...

STS-122 Flight Day 10.

Programma del decimo giorno di volo.

Sabato 16.
135...08:45...Risveglio equipaggi.
137...11:00...Prosecuzione lavori di predisposizione del Columbus.
137...11:15...Aggiornamento del direttore di volo.
138...12:15...Trasbordo materiali fra Atlantis e ISS.
138...13:18...ISS REBOOST.
139...14:40...Conferenza stampa ad equipaggio unito.
142...19:00...Briefing sullo stato della missione.
145...23:15...Inizio periodo di sonno per ISS.
145...23:45...Inizio periodo di sonno per Atlantis.

Come sempre il primo numero è l'orbita e l'ora è italiana.

STS-122 News 8.

L'attività extraveicolare di oggi, durata 7h e 25m si è svolta completando la maggior parte dei lavori previsti. Smontato il giroscopio ed installato nella stiva dell'Atlantis, portati all'esterno del Columbus i due esperimenti, terminata l'installazione degli accessori esterni del laboratorio europeo (ora è completo di tutti gli appigli ed accessori per le EVA) e controllato anche il microcratere sul modulo Quest. A proposito di quest'ultimo punto è stata fatta una prove di sfregamento di un guanto di tuta per verificare se il danno potesse danneggiare gli indumenti degli astronauti: nulla di fatto, infatti il difetto non è così critico. La causa dei danni ai guanti nelle ultime EVA è da ricercare altrove.

I due astronauti durante la passeggiata esterna si sono anche presi alcuni minuti di libertà per contemplare il Mondo sotto di loro e si sono scambiati alcune battute sul panorama.
Walheim mentre passavano sulla California ha detto "Guarda laggiù, è dove sono cresciuto..."
"Guarda bene... Riesci a vedere casa tua?"

L'unica cosa che non hanno fatto è stata la verifica del giunto dei pannelli solari, ma non avendo avuto anomalie non si è reso necessario un controllo.

Domani verranno proseguite le attività di attivazione del Columbus e gli astronauti potranno usufruire di alcune ore libere.

Una suggestiva immagine della stiva dell'Atlantis con il riflesso del Sole sull'oceano come sfondo...

giovedì 14 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 9.

Operazioni di domani, nono giorno di missione.

Venerdì 15
120...09:45...Risveglio equipaggi (ISS/STS)
121...10:20...Ripresa preparazione EVA #3
121...11:15...Aggiornamenti direttore di volo
122...12:00...Prosecuzione preparazione Columbus
123...14:35...Inizio EVA #3
125...17:35...Trasferimento CMG-3 (giroscopio) sullo Shuttle
126...17:50...Operazioni varie
128...20:05...Termine EVA #3
129...22:30...Briefing di missione

Sabato 16
130...00:15...Inizio periodo di sonno equipaggio ISS
130...00:45...Inizio periodo di sonno equipaggio Atlantis

La prima cifra è il numero dell'orbita, mentre gli orari sono italiani.

STS-122 News 7.

Giornata tranquilla oggi, lavoro semplice e pubbliche relazioni con la conferenza stampa ed il collegamento con il premier tedesco. Sono proseguite le procedure di avvio del Columbus (dopo che ieri sera la sostituzione del computer di controllo ha avuto esito positivo) nel quale sono state messe online anche le telecamere.

Rex Walheim e Stan Love dormiranno stanotte nel Quest per la preparazione alla EVA di domani. Dovranno smontare un giroscopio malfunzionante, posizionare due esperimenti sui "terrazzini" del Columbus e fare alcuni preparativi per la prossima missione. Probabilmente avanzeranno del tempo e quindi potranno dare un'occhiata ai soliti giunti dei SARJ che controllano la posizione dei grandi pannelli solari. Probabilmente controlleranno anche l'impatto rilevato l'altro giorno su una delle maniglie esterne del modulo Quest e soprannominato "Cratere Love" dato che Stan Love è stato quello che lo ha visto. Si sospetta che possa essere la causa dei danni trovati sui guanti delle tute nelle ultime missioni perchè è in un punto utilizzato per entrare ed uscire dalla camera di decompressione.

Rilevato il distacco di una piastrella del rivestimento termico vicino ai motori principali di Atlantis. Dopo attenta verifica è stato dato l'OK anche per questo, grazie alla posizione non critica per il riscaldamento al rientro. Abbiamo, ad oggi, il "nulla osta" per il rientro in atmosfera della navetta.

Uno dei paracadute del razzo laterale sinistro non si è aperto ed è arrivato in acqua a 30 metri al secondo invece di 20. Non dovrebbe aver subito danni, ma verrà ovviamente controllato a fondo prima di essere riutilizzato.

mercoledì 13 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 8.

Ecco gli eventi principali dell'ottavo giorno di missione.

Giovedì 14.
09:45 : risveglio equipaggio
11:15 : briefing del direttore di volo
15:55 : evento VIP tedesco
17:00 : equipaggio in libertà
17:15 : interviste
20:30 : briefing di Missione

Venerdì 15.
01:45 : inizio periodo di sonno

Come al solito, orari italiani (fuso orario CET - Central Europe Time).

STS-122 News 6.

La passeggiata di oggi (durata 6h e 45m) si e conclusa con tutte le operazioni completate alla perfezione: sia la sostituzione del serbatoio N2 che la copertura dei ganci del Columbus (quelli usati per ancorarlo nella stiva di Atlantis). E' stata tentata una riparazione degli scudi del modulo Destiny, ma non è che si potesse fare più di tanto.

Ci sono problemi nei computer di controllo software delle operazioni di Columbus: le code di istruzioni non si smaltiscono e quindi non si riescono ad eseguire i controlli e le attivazioni previste. Toccherà agli astronauti a bordo effettuare lo scambio delle unità di elaborazione fra principale e backup per tentare di risolvere il problema. Non è una cosa così grave, ma abbastanza preoccupante...

Grazie all'ossigeno risparmiato è stato deciso un ulteriore allungamento di un giorno della missione. Ora il distacco dalla ISS avverrà lunedì ed il rientro mercoledì con touchdown previsto alle 14:59 italiane.

La prossima (ed ultima) EVA della missione è in programma venerdì.

martedì 12 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 7.

Programma di domani.

mercoledì 13
10:45 AM: risveglio equipaggio
11:20 AM: inizio preparazione EVA-2
12:15 AM: aggiornamenti del direttore di volo
15:35 AM: inizio EVA-2
15:55 AM: rimozione del serbatoio N2
17:45 AM: installazione del nuovo serbatoio N2
19:50 PM: aggancio del vecchio N2 sull'Atlantis
22:05 PM: termine EVA-2
23:30 PM: briefing di Missione

giovedì 14
01:45 PM: inizio periodo di riposo

Tutte le ore sono italiane.

STS-123 News 2.

Dopo il rollover di ieri il lavoro sull'Endeavour viaggia spedito.
Infatti per lunedì prossimo è già previsto il rollout verso la torre di lancio.
Per la prima volta da diversi anni a questa parte avremo una navetta in rampa con l'altra ancora nello spazio: un'occasione più unica che rara e che potremo rivedere soltanto un'altra volta, cioè alla partenza della STS-125, Hubble Servicing Mission.

Se l'Atlantis atterrerà al KSC sarà un'emozione unica.
Sarà il ricordo di un futuro che purtroppo non avremo mai...
Un futuro fatto di linee commerciali orbitali servite da una flotta di navette...

Ragazzi, riempiamoci gli occhi di queste stupende immagini perchè presto finiranno!

STS-122 News 5.

Alle 15:08 italiane è entrato in servizio ufficialmente il modulo Columbus con il comando di accensione partito direttamente dal Centro Controllo ESA ad Oberpfaffenhofen, vicino a Monaco di Baviera. Ora verrà attivato gradualmente con l'avvio di tutte le componenti e l'inizio dei vari esperimenti. Dopo la prima accensione e parziale ingresso dei due astronauti europei, il francese Leopold Eyharts e il tedesco Hans Schlegel, il modulo è stato lasciato con gli impianti di ventilazione e depurazione al massimo regime per pulire l'aria dagli eventuali residui di lavorazione che, con l'arrivo in microgravità, possono fluttuare e diventare pericolosi per l'equipaggio. L'operazione di ripulitura è comunque già terminata...

Confermata la presenza di Schlegel nella EVA di domani. Stanotte infatti dormirà nel modulo Quest per l'adattamento alla pressione ridotta delle tute spaziali.

Declassato definitivamente il problema al Blanket sollevato sul pod di destra dell'Atlantis. Non verrà neanche fatta una variazione alle EVA per dare un'occhiata. "Nessun pericolo" ha detto all'equipaggio il Controllo Missione.

lunedì 11 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 6.

Programma del nuovo giorno di missione.

martedì 12
10:45 : risveglio equipaggio
12:15 : aggiornamenti del direttore di volo
13:40 : preparazione Columbus
14:50 : pre-ingresso in Columbus
14:53 : conferenza stampa
20:55 : ingresso nel modulo Columbus
21:30 : briefing di Missione

mercoledì 13
02:45 : inizio periodo di sonno

Tutte le ore sono italiane.

Ecco Columbus in posizione.

STS-122 News 4.

Columbus è agganciato alla ISS.
Dopo una estenuante EVA (gli astronauti stanno rientrando ora, quasi 8 ore di lavoro in quelle condizioni!) si è finalmente concluso il viaggio del laboratorio orbitale Europeo che ha raggiunto la sua posizione definitiva.
Domani verrà aperto il portello e un nuovo ambiente entrerà a far parte della già grande Stazione Spaziale Internazionale.

Schlegel sta ormai bene e quindi potrà partecipare alla EVA di dopodomani. Alcune operazioni minori sono rimaste da completare a causa dell'allungamento delle operazioni odierne.

Durante l'EVA, Stan Love in un momento di riposo ha notato un impatto di un micrometeoroide sulla superficie esterna del modulo Quest. Gli è stato detto che non pare una cosa preoccupante e rientra nei normali impatti che la stazione subisce. L'astronauta ha comunque scattato diverse foto perchè venissero poi esaminate con cura.

E' stato deciso di verificare con cura il Blanket sollevato, non effettuando una passeggiata aggiuntiva, ma occupando per un paio d'ore un astronauta in una EVA già prevista.

Finalmente viene attivato il Centro Controllo Columbus (foto) dove verranno monitorate tutte le attività a bordo.

domenica 10 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 5.

Questo è il programma della prossima giornata di missione.

lunedì 11
10:45 : risveglio equipaggio
11:20 : preparazione EVA-1
12:15 : aggiornamenti del direttore di volo
15:35 : inizio EVA-1
20:10 : sgancio Columbus
22:05 : termine EVA-1
22:40 : aggancio Columbus
martedì 12
00:00 : briefing di missione
02:45 : inizio periodo di sonno

Tutti gli orari sono italiani.

STS-122 News 3.

Oggi una giornata tranquilla in cui Schlegel ha confermato di sentirsi decisamente meglio, anche se domani non parteciperà alla prima EVA della missione. Tuttavia pare che parteciperà alla seconda di mercoledì prossimo. Se è stato solo "mal di spazio" può effettivamente essergli passato, ma per ragioni precauzionali è meglio che non subisca un attacco di vomito dentro la tuta per l'attività extraveicolare.

Dato che l'Atlantis non ha ancora il dispositivo per ricevere l'energia dalla ISS, il prolungamento della missione di uno, forse due, giorni porta le riserve di bordo al limite. Questo significa che la navetta deve passare in modalità risparmio energetico e quindi le istruzioni da Houston sono quelle di spegnere tutto ciò che non serve a bordo. In questo modo si hanno proiezioni che confermano la fattibilità della cosa.

L'analisi del "blanket", il pezzo di rivestimento, sollevato (in foto) ha evidenziato una situazione senza problemi di sorta: non è neanche scoperto lo strato inferiore di rivestimento e quindi il problema è molto più blando della volta precedente, che già non destava preoccupazioni. Si deciderà in seguito il da farsi...

STS-123 News 1.

Il problema ai filtri atmosferici dell'Endeavour risulta molto meno preoccupante di quanto previsto, tanto che si procederà spediti nelle operazioni di preparazione della STS-123.
Domani ci sarà già il rollover della navetta dall'OPF al VAB, dove il serbatoio esterno e i due booster attendono lo Shuttle già assemblati.
Nei prossimi giorni avverrà il completamento dell'assemblaggio per avere l'Endeavour pronto per il rollout verso il Pad subito dopo il rientro di Atlantis.
La data del lancio è attualmente confermata per l'11 marzo, fra un mese...

Notizie ESA.

Mentre l'Agenzia Spaziale Europea è in fibrillazione per l'arrivo sulla ISS (dopo 20 anni dall'ideazione) del modulo scientifico Columbus, il presidente francese Sarkozy andrà domani in visita alla base di Kourou, nella Guyana Francese.
E' più una visita sia di rappresentanza che per affermare la presenza della Francia nell'ESA, ma anche in occasione del prossimo lancio dell'ATV, il veicolo europeo per il supporto logistico della ISS. Con questa classe di veicoli, l'Europa vuole dimostrare che non ci sono solo USA (con lo Shuttle ormai alla fine della sua vita utile) e Russia (con la vecchia - ma sempre ottima - coppia Soyuz-Progress) e che può accedere personalmente alla Stazione Spaziale, trasportando i propri materiali.
A Kourou sarà presente anche il presidente dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) Giovanni Bignami, ospite di Sarkozy. Questa presenza è per suggellare la stretta collaborazione in ambito spaziale fra i nostri due paesi e di tutta la comunità europea.
L'Italia dal canto suo ha un'esperienza invidiabile nel campo spaziale, basta ricordare il Nodo 2, lo stesso Columbus e i 3 moduli logistici (MPLM - Leonardo, Raffaello, Donatello) ed ha inoltre collaborato intensamente anche per l'ATV.

STS-122 News 2.

Le novità...
Attracco riuscito e apertura portelli alle 19:40 italiane.
Curiosamente il collegamento video di NasaTV è saltato proprio mentre si stava aprendo il portello e quindi non è stato possibile seguire in diretta l'evento.

E' stato trovato un pezzo di rivestimento imbottito sollevato sul pod di sinistra: molto simile a quello che era successo con la STS-117, ma un po' più indietro. Comunque nulla di preoccupante.

Quello che invece preoccupa un po' sono le condizioni dell'equipaggio dell'Atlantis, in quanto è già stata richiesta 2 volte la comunicazione medica privata fra volo e terra.
Speriamo che non ci sia qualcuno con dei problemi gravi a bordo e che anzi sia solo un po' di "mal di spazio".
Il fatto inoltre che domani sia stata rinviata di 24 ore la EVA e che l'astronauta Stan Love sostituirà Hans Schlegel nell'attività extraveicolare, non fa pensare bene, ma a questo punto è probabilmente stato individuato il componente dell'equipaggio che non sta bene... anche se Schlegel è un 57enne padre di sette figli ed è al suo secondo volo: se non è abituato lui alle situazioni extraterrestri!
Alla Nasa restano abbottonati e comunicano solo che non ci sono pericoli per la vita degli astronauti... e meno male!
Per questi motivi la missione verrà prolungata di almeno un giorno.

C'è stato anche un problema al computer di bordo numero 3 dell'Atlantis. Nessun problema: ce ne sono altri quattro...

Anticipato ad oggi ed appena completato lo scambio dei sedili fra Shuttle e Soyuz.
Ora ufficialmente Eyharts è un componente della Expedition 16 mentre Tani fa parte dell'equipaggio della STS-122.

sabato 9 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 4.

Il programma ufficiale per il quarto giorno in orbita è il seguente
- preparativi alla EVA
- chiusura dell'antenna KU dello shuttle
- inizio EVA (ore 15:35 italiane)
- assicurazione del Columbus al braccio robotico
- sgancio di Columbus dall'Atlantis
- estrazione dalla stiva
- operazioni minori di preparazione all'aggancio
- termine EVA: il Columbus si aggancia il giorno dopo
- sostituzione dei sedili di Tani ed Eyharts fra Shuttle e Soyuz per l'avvicendamento.

Update: la EVA è stata spostata di 24 ore ed è cambiato anche uno degli astronauti che dovranno uscire. Aggiornamenti a breve...

Ormeggio completato.

Atlantis è ormeggiato alla ISS.
Fra un'oretta, dopo tutte le dovute operazioni di preparazione verranno aperti i portelli.

Oggi è il compleanno della comandante della stazione, Peggy Whitson.
Buon 48° compleanno, Comandante!

venerdì 8 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 3.

Le operazioni previste per domani sono:
- operazioni di avvicinamento alla ISS
- attracco con la stazione alle 18:25 italiane
- predisposizione delle braccia robotiche per il lavoro
- preparazione della EVA del giorno successivo

Schlegel e Walheim dormiranno nella camera di preparazione per adattarsi alle condizioni della tuta per la EVA.
Il pilota, Astronauta Alan Poindexter.

STS-122 News 1.

- Il lancio è stato uno dei più "puliti" (dal punto di vista dei detriti) che ci siano mai stati, quindi il controllo dello scudo termico viene effettuato più per sicurezza che per veri possibili problemi.

- Dopo il controllo lo scudo termico sembra perfettamente integro.

- Oggi c'è stato un anomalo aumento della percentuale di anidride carbonica ed in seguito ad un controllo è stata trovata una pellicola trasparente che ostruiva i filtri. Una volta rimossa la pellicola tutto è tornato alla normalità.

giovedì 7 febbraio 2008

STS-122 Flight Day 1 & 2.

Ormai il primo giorno è quasi passato: fra lancio, inserimento in orbita e attivazione del braccio, c'è ormai più poco da fare.

Il FD2 ha invece in programma l'avvicinamento alla ISS e nel frattempo l'ispezione dello scudo termico con il braccio robotico. Vengono inoltre verificate e preparate le tute per EVA e esteso il condotto di connessione per l'attracco.
L'Atlantis sale nei cieli della Florida per portare sulla ISS il Laboratorio Europeo Columbus.

3000 contatti!!!

Spettacolare!

In meno di un anno 3000 contatti... e chi lo avrebbe mai immaginato?

Un bel regalo all'inizio di una splendida missione: l'Atlantis che trasporta il laboratorio Columbus in orbita!

Grazie di cuore a tutti!

STS-122 in orbita.

Orbita raggiunta, assetto nominale impostato e portelli della stiva aperti.

Tutto come previsto...

Partito!

Rampa lasciata in perfetto orario!

Buon Viaggio...

Ci siamo...

Conteggio ripartito...

E' tutto GO!

GO ATLANTIS...

STS-122 Ultimo Stop.

Siamo all'ultimo stop del conteggio a T-9 minuti.

Il meteo è sensibilmente meglio di quanto previsto, grazie al maltempo che si tiene più a nord.

Intanto è stato cambiato l'Orbiter che verrà approntato per l'eventuale missione di soccorso: invece del previsto Endeavour toccherà al Discovery.

Tutto OK...

T-9 and holding...

STS-122 update.

Vestizione dell'equipaggio in corso.

Per ora il meteo è GO...

... GO ATLANTIS!

Progress arrivato.

Il Cargo Progress M-63 ha appena attraccato alla ISS.
Procedura perfetta senza intoppi.
Ora manca l'Atlantis con il modulo Columbus...

Il tempo intanto al KSC migliora e la diretta di Nasa TV è iniziata...

mercoledì 6 febbraio 2008

STS-122 Aggiornamento.

Tutto OK per la preparazione al lancio (a parte un ingegnere caduto da una scala che però non è gravemente ferito), senonchè, come potete vedere nelle previsioni qui a fianco, sono previste piogge e temporali sul KSC per domani.
Purtroppo si calcola solo un 30% di probabilità per il GO.

Speriamo che sbaglino...

STS-122 Sequenza finale.

Giovedì 7.
00:00 ......Ritrazione RSS in posizione di riposo.
01:00 ......Ultima ispezione del sistema di protezione termica.
02:00 ......Verifica controlli di ascesa.
04:20 ......Ripresa del countdown.
04:20 ......ASP cockpit config.
04:40 ......Allontanamento dal Pad di tutto il personale non indispensabile.
04:40 ......Test avvio APU.
05:30 ......Attivazione delle celle a combustibile.
06:20 ......Attivazione riscaldatore giunti Booster.
06:50 ......Test pre-volo del MEC.
07:05 ......Aggiornamento meteo per rifornimento.
07:50 ......Preparazioni finali al rifornimento.
07:50 ......Sgombero dell'area di lancio.
08:20 ......Preparazione squadra rossa.
09:05 ......Controllo d'integrità delle celle a combustibile completato.
09:20 ......Inizio del quarto stop del conteggio: 2 ore (T -6 ore).
09:30 ......Test di messa in sicurezza dei PIC.
10:15 ......Risveglio dell'equipaggio.
10:20 ......External tank pronto per il rifornimento.
10:35 ......Meeting del Management per il rifornimento.
11:15 ......Collegamento di NASA TV per il rifornimento.
11:20 ......Ripresa countdown (T -6 ore).
11:20 ......Raffreddamento linee di carico LO2, LH2.
11:30 ......Raffreddamento del sistema principale di propulsione.
11:30 ......Carico lento LH2.
12:00 ......Carico lento LO2.
12:05 ......Sensori ECO dell’Idrogeno passano su “wet”.
12:10 ......Carico veloce LO2.
12:20 ......Carico veloce LH2.
14:15 ......Carico di mantenimento LH2 (topping).
14:20 ......Rabbocco LH2.
14:20 ......Rabbocco LO2.
14:20 ......Inizio del quinto stop nel conteggio: 2 ore e 30 minuti (T -3 ore).
14:20 ......Personale d’imbarco nella white room.
14:20 ......External tank in modalità di rabbocco stabile.
14:35 ......Test comunicazioni per il personale di supporto agli astronauti.
15:05 ......Riconfigurazione Pre-ingresso.
15:25 ......Colazione dell’equipaggio.
15:45 ......Inizio copertura del lancio per NASA television.
16:15 ......Briefing finale sul meteo.
16:25 ......Inizio vestizione equipaggio.
16:50 ......Ripresa countdown (T -3 ore).
16:55 ......Partenza equipaggio verso la rampa.
17:25 ......Ingresso equipaggio.
18:15 ......Test comunicazioni Astronauti.
18:30 ......Chiusura portello.
19:10 ......Liberazione White room.
19:30 ......Inizio del sesto stop nel conteggio: 10 minuti (T -20 minuti).
19:40 ......Briefing del countdown NASA Test director (NTD).
19:40 ......Ripresa countdown (T -20 minuti).
19:41 ......Backup dei flight computer su OPS 1.
19:45 ......Area KSC libera per il lancio.
19:50 ......Inizio del settimo ed ultimo stop nel conteggio: 46 minuti e 25 secondi (T -9 minuti).
20:21 ......Verifica di NTD dello stato del lancio.

Inizio scansione a secondi.
20:36:25...Ripresa countdown (T -9 minuti).
20:37:55...Ritrazione del braccio di accesso all’Orbiter.
20:40:25...Apertura della finestra di lancio.
20:40:25...Avvio dei sistemi idraulici (APU).
20:40:30...Chiusura rabbocco LO2.
20:41:25...Test spurgo idraulico.
20:41:25...Passaggio IMU su inerziale.
20:41:30...Test Aerosuperfici mobili.
20:41:55...Test comandi direzionali sui Main Engine.
20:42:30...Pressurizzazione serbatoio LO2.
20:42:50...Commutazione celle a combustibile su reagenti interni.
20:42:55...Cancellazione memorie avvertimenti e avvisi.
20:43:25...Chiusura visori equipaggio.
20:43:28...Pressurizzazione serbatoio LH2.
20:44:35...Disattivazione riscaldatori dei giunti SRB.
20:44:54...GPC dello Shuttle (Global Processing Center) prende il controllo del countdown.
20:45:04...Test comandi direzionali SRB.
20:45:18...Main engine start (T -6.6 secondi).
20:45:25...Accensione SRB: Lancio!

Mi sono emozionato solo a scriverla...

martedì 5 febbraio 2008

STS-122 Sequenza operazioni.

Facciamo un riassunto delle operazioni che vengono effettuate per la preparazione al lancio.
Tutte le ore sono Italiane.

Lunedì 4.
22:30 ......Appello alle postazioni.
23:00 ......Inizio Countdown.

Martedì 5.
09:00 ......Preparazione caricamento reagenti per le celle a combustibile.
14:40 ......Accensione MEC/SRB.
15:00 ......Sgombero del modulo equipaggio.
15:00 ......Inizio del primo stop nel conteggio: 4 ore.
15:00 ......Sgombero dell'area di rischio per esplosioni.
15:45 ......Test del controllo ignitori pirotecnici.
15:55 ......Test SRB PIC.
16:55 ......Master events controller pre-flight BITE (Built in Test Equipment) test.
19:00 ......Ripresa del countdown.
20:30 ......Inizio carico ossigeno nelle celle a combustibile.
23:00 ......Carico ossigeno nelle celle a combustibile completato.
23:00 ......Inizio carico idrogeno nelle celle a combustibile.

Mercoledì 6.
01:30 ......Carico idrogeno nelle celle a combustibile completato.
02:30 ......Apertura del pad; posizionamento "white room".
03:00 ......Inizio del secondo stop nel conteggio: 4 ore.
03:00 ......Pulizia finale del modulo equipaggio.
03:30 ......Sgancio OMBUU (Orbiter Midbody Unbilical Unit).
05:00 ......Assicurati interni MLP.
07:00 ......Ripresa del countdown.
07:00 ......Preparazione motori principali.
07:00 ......Accensione dei MEC 1 e 2.
08:00 ......Rimozione coperture OMS.
08:30 ......Rilascio sigilli RSS.
09:00 ......Ispezione rivestimento termico.
13:00 ......Preparazione TSM per il rifornimento.
15:00 ......Inizio del terzo stop nel conteggio: 13 ore e 20 minuti.
16:30 ......OIS communications check.
17:15 ......Briefing dell'equipaggio sul meteo.
17:20 ......Controllo volo al JSC in postazione.
18:30 ......Attivazione comunicazioni.
19:00 ......Controllo moduli vocali equipaggio.
20:00 ......Immagazzinaggio materiali d'uso per l'equipaggio.
20:30 ......Ispezione detriti.

Domani la sequenza finale...

lunedì 4 febbraio 2008

Sulla ISS.

E' stato sganciato oggi il Cargo Progress M-62, pronto per il rientro in atmosfera, mentre domani partirà da Baikonur il Progress M-63, di circa 7'300 kg, che attraccherà alla stazione il prossimo 7 febbraio.

Lancio a sorpresa.

Oggi è stato lanciato a sorpresa il primo razzo vettore Iraniano.
A bordo non vi era alcun carico ed è quindi stato un semplice test, ma fra un anno è previsto un altro lancio con un satellite scientifico chiamato Omid (speranza) a bordo.
Non è chiara la provenienza del razzo, anche se pare molto improbabile che sia di totale progettazione Iraniana, ma è fuori dubbio che abbia funzionato alla perfezione.
Si pensa ad uno dei tanti derivati dagli arsenali dell'ex Unione Sovietica, tipo i ben noti Scud.
Il lancio è stato eseguito dal deserto e il conto alla rovescia fatto dallo stesso Mahmoud Ahmadinejad, Presidente della Repubblica Islamica Iraniana.
Il motivo di questa sorpresa pare possa essere una specie di avvertimento che Teheran invia ai vicini potenzialmente pericolosi (vedi Israele).

STS-122 pronto per il lancio.

Riuscita alla perfezione l'operazione di chiusura dei portelli della stiva dell'Atlantis.
E' stata eseguita in 8 "tempi" per verificare che il tubo del raffreddamento entrasse nella sua sede. Pare che sarebbe entrato anche senza intervento esterno e che quindi non ci sono più remore ad eseguire il lancio.
Il conto alla rovescia partirà quindi alle 17 ora della Florida (le 23 ora italiana) al solito T-43 ore, a cui occorre aggiungere diversi stop nel conteggio per le necessarie verifiche.

Finalmente ci siamo!

domenica 3 febbraio 2008

Notizie sparse.

Raduno qui una serie di brevi notizie interessanti.
È stato rinviato all'8 marzo il primo lancio del modulo europeo di rifornimento per la stazione internazionale. Il motivo principale è quello di evitare interferenze con il lancio della navetta di giovedì prossimo. Ovviamente essendo un modulo di rifornimento è preferibile che raggiunga la stazione quando nessuna navetta è ormeggiata. Il conto alla rovescia inizierà venerdì 7 marzo e il lancio è previsto alle 5.24 ora italiana del giorno successivo.

Atlantis attende in rampa le decisioni finali del controllo missione riguardo una piega anomala in uno dei quattro tubi del circuito di raffreddamento. Pare comunque che il volo verrà effettuato senza modifiche e quindi senza ritardi. Il conto alla rovescia inizierà quindi lunedì alle 5 del pomeriggio per il lancio alle 14.45 ora della Florida di giovedì 7 febbraio. Per evitare eventuali problemi verrà accompagnato il tubo incriminato nella posizione di riposo durante l'ultima chiusura dei portelli da eseguire oggi domenica 3 febbraio.

In questi giorni credeva un'altra ricorrenza importante cioè il lancio del primo satellite americano, l'Explorer 1, effettuato il 31 gennaio 1958 alle 10:48 locali da Cape Canaveral. Sono passati cinquant'anni e questo era il terzo satellite inviato in orbita del genere umano. Pesava 13,9kg di cui 8,3kg di strumenti, evidentemente molto meno degli Sputnik russi, ma in questo modo gli americani avevano iniziato una rincorsa dell'Unione Sovietica che sarebbe culminata con il clamoroso sorpasso dello sbarco lunare. L'Explorer 1 rimase in orbita 111 giorni ed effettuò oltre 50.000 orbite. In questo modo l'America disse alla Russia "ci sono anch'io!".

È terminata l'inchiesta per determinare la causa del rientro balistico effettuato dalla Soyuz TMA-10 lo scorso 21 ottobre. Il problema è stato causato da un difetto di collegamento in un pannello del modulo di comando. Il malfunzionamento al computer di bordo derivante da questa difetto ha portato la capsula ad eseguire il suddetto rientro balistico che ha comportato un alto numero di g per l'equipaggio. I misuratori di bordo hanno rilevato che gli astronauti hanno dovuto sopportare un'accelerazione massima di 9g per dieci secondi invece di un valore massimo di 4g da subire con il normale rientro controllato.

venerdì 1 febbraio 2008

Ricordando il Columbia...

Le tragedie di questo periodo non sono ancora finite.
Oggi ricorre il quinto anniversario della distruzione dello Space Shuttle Columbia.
Il 16 gennaio 2003 la missione STS-107 partiva dal Kennedy Space Center.
81,9 secondi dopo, un pezzo di schiuma isolante staccatosi dal serbatoio esterno impattava il bordo di attacco dell'ala sinistra della navetta, ma nessuno si preoccupò della cosa, già successa altre volte.
Purtroppo in quel momento il destino del Columbia e dei sette astronauti a bordo era già segnato.
Non avevano più scampo.
I loro nomi erano:
* Comandante: Rick Husband.
* Pilota: William McCool.
* Comandante del carico: Michael Anderson.
* Specialista del carico: Ilan Ramon.
* Specialista di missione: Kalpana Chawla.
* Specialista di missione: David Brown.
* Specialista di missione: Laurel Clark.
Alle 8:44 ora della Florida del primo febbraio 2003 il Columbia supera la Entry Interface (Interfaccia di rientro) posta a 130 km di quota. E' il punto in cui si entra nella parte più rarefatta dell'atmosfera che però inizia a scaldare l'orbiter.
In quel momento si vedono fisicamente tutti i 28'000 km/h a cui sta viaggiando la navetta...
Nel giro di 16 minuti si superano i 1600°C e alle 9 in punto il Columbia si disintegra in migliaia di frammenti spargendosi fra Texas, Louisiana ed Arkansas.

Ricordiamoli così, sorridenti e orgogliosi di svolgere il lavoro che amavano...

Godspeed Columbia...