Time machine.

- UTC Tempo Universale Coordinato.

Tutti i lanci in video:


Space Shuttle Missions Database - Tutti i dati sulle missioni Shuttle
Se avete domande su argomenti spaziali chiedetemi tranquillamente senza farvi problemi: cercherò di rispondere a tutti.

Iscrivetevi alla Newsletter, edizione italiana del Jonathan's Space Report, inviando una richiesta al mio indirizzo email.

venerdì 22 giugno 2007

STS-117.

Primo tentativo di rientro annullato.
La Nasa dice che il meteo sul KSC non "collabora" e quindi non si rientra ancora...

I Shuttle Training Aircraft sono in volo per verificare le condizioni su entrambi i possibili siti di atterraggio.

Dato il comando all'equipaggio della navetta di assumere i 2/3 litri di liquidi per reintegrare la perdita in assenza di gravità, procedura standard per il rientro.

Definito atterraggio a Edwards, pista 22.
Quindi de-orbit ore 20:43 italiane e touch-down ore 21:49 sempre italiane...

Go per la manovra di de-orbit. Atlantis sta cambiando assetto per ruotare con i motori a contrastare l'orbita.

De-orbit burn in corso 2'33"... Atlantis è sull'oceano indiano...

Burn completato...
Signori, si scendeeee.....

Variazione di assetto in corso per affrontare l'impatto con l'atmosfera.
Interfaccia di rientro in avvicinamento...

Entry interface...
Prima virata verso destra...

Mach 25 - 130 km di quota.

Virata verso sinistra - Mach 17.

I piani alari iniziano a funzionare - virata verso destra.

Ultima virata verso sinistra terminata.
Fine del black out.
Final approaching!!

Ecco Atlantis!!!!!!!!!!!!!!!

Atterraggio riuscito alla perfezione.
Bentornato Atlantis...


Touchdown carrello posteriore alle 21:49:38 italiane, carrello anteriore alle 21:49:49.
Arresto totale alle 21:50:48.
Durata totale della missione 13 giorni, 20 ore, 12 minuti e 44 secondi.

La missione STS-117 è terminata!

giovedì 21 giugno 2007

STS-117 update.

Primi due tentativi di atterraggio per Atlantis annullati per pioggia e temporali su KSC.
Ovviamente in prima battuta si tende a preferire l'atterraggio al KSC per evitare i costi del trasporto dell'orbiter in Florida con il 747.

Per domani altri 2 tentativi al KSC,
20:18 italiane (de-orbit burn alle 19:16)
21:54 italiane (de-orbit burn alle 20:52)

E 3 al sito di atterraggio di Backup: Edwards Air Force Base
21:49 p.m. landing (de-orbit burn alle 20:46)
23:24 p.m. landing (de-orbit burn alle 22:21)
00:59 p.m. landing (de-orbit burn alle 23:58)

Se necessario ci saranno altre opportunità sabato su tutti e tre i siti di atterraggio: Kennedy, Edwards e White Sands Space Harbor, N.M.

mercoledì 20 giugno 2007

Solstizio.

Domani 21 giugno alle 18:06 UTC avremo il solstizio estivo del 2007.
Il Sole raggiunge la sua massima declinazione nel suo movimento apparente rispetto al piano dell'eclittica che è il piano orbitale terrestre.
In pratica il Sole raggiunge nel nostro emisfero il punto più alto in cielo ed è il giorno più lungo dell'anno (e di conseguenza la notte più corta). Il Sole raggiunge lo Zenith sul tropico del Cancro.
Da venerdì le giornate inizieranno ad accorciarsi.

Buona Estate a tutti!!!

martedì 19 giugno 2007

STS-117 update.

Il portello di Atlantis è stato chiuso.
La navetta è pronta per la separazione dalla ISS che avverrà oggi alle 14:42 UTC (16:42 da noi).
Sunita Williams ha salutato i suoi compagni a bordo della Stazione ed è pronta anche lei a rientrare dopo aver battuto il record femminile di permanenza nello spazio in una singola missione.
E' giunta sulla ISS con la missione STS-116 del dicembre scorso.
Il suo posto a bordo sarà preso dall'ingegnere di volo Clayton Anderson.
In un primo momento l'avvicendamento fra i due doveva avvenire con la missione STS-118, ma la grandinata di febbraio con il conseguente roll-back di Atlantis hanno fatto slittare i decolli con i conseguenti cambiamenti di programma.
Anche il logo della STS-117 è stato cambiato aggiungendo proprio il nome di Anderson nella lunetta in basso.



Per l'atterraggio le previsioni parlano di nubi basse e pioggia sul KSC, mentre su Edwards si prevede bel tempo: a previsioni confermate si opterà per l'atterraggio in California...

domenica 17 giugno 2007

STS-117 update.

Quarta EVA in corso.
Ormai la missione è agli sgoccioli e questa passeggiata è solo più una formalità che deve terminare le ultime operazioni previste per l'attivazione dei nuovi componenti portati in orbita dall'Atlantis.
Le EVA programmate erano 3 e la quarta è stata eseguita solo per inserire la riparazione al rivestimento sull'OMS pod.
Lo sgancio dalla ISS è previsto martedì alle 14:40 UTC (16:40 da noi) mentre l'atterraggio (in prima istanza) dovrebbe avvenire giovedì 21 alle 17:54 UTC (19:54 da noi) al KSC.

venerdì 15 giugno 2007

STS-117 update.

E' in corso l'EVA (Extra Vehicular Activity - Attività Extra Veicolare) numero 3 della missione.
Hanno modificato il programma della passeggiata per eseguire la riparazione del piccolo lembo di rivestimento che si era sollevato al lancio.
Non comportando rischi per il rientro (soprattutto per la sua posizione), appare come una semplice esercitazione per vedere la tenuta di quel tipo di riparazione su un componente che si troverà in una reale situazione di impatto atmosferico, anche se non critico.
Intanto si stanno anche cercando di risolvere i problemi riscontrati nei giorni scorsi dai computer di bordo della ISS.

Strani buchi su Marte.

Lo scorso 23 maggio i responsabili dello strumento HiRISE posto a bordo della sonda Mars Reconnaissance Orbiter, hanno reso pubbliche delle immagini fra le quali ce n'è una che sta suscitando notevole curiosità.
L'immagine visualizza una parte della fiancata dell'enorme struttura vulcanica Arsia Mons e in mezzo a quella spianata di origine lavica, è presente una macchia nerissima.
E' talmente scura che sembra un fotomontaggio mal riuscito.
Guardando però i dettagli (consideriamo che le immagini di HiRISE consentono una risoluzione di 25 centimetri per pixel) si nota che non si tratta di un artefatto grafico.
La forma di questa struttura è quasi circolare e il diametro è poco più di un centinaio di metri.
Analizzando i giochi di luce sul contorno è possibile intuire che altro non è se non un profondo baratro, una specie di pozzo di cui non si riesce a scorgere né il fondo e né le pareti.
Anche provando a elaborare le immagini non si ottiene nulla da quel nero così cupo.
Sembra che quel buco sia una specie di lucernario che si apre su una grande caverna sotterranea. Quanto sia grande è però impossibile dirlo.
Per aiutarci a comprendere meglio la struttura, si vede in direzione nord una specie di sbavatura più chiara, come se fosse un accumulo di materiali caduti dopo una forte esplosione o una antica eruzione.
Non dobbiamo dimenticarci che questa struttura è situata in prossimità della struttura vulcanica più grande (non considerando Olympus Mons, il più grande vulcano del sistema solare) presente su Marte e proprio l'origine vulcanica è la più probabile per spiegare quello strano buco.
Potremmo quasi escludere la possibilità che sia una bocca eruttiva, mentre è molto più probabile che sia una antica camera magmatica svuotata in cui è crollata una piccola parte di soffitto, per cause naturali o per un impatto meteoritico. Quest'ultima ipotesi spiegherebbe al meglio il baffo biancastro verso nord, dato che i materiali sollevati dall'evento sarebbero stati sparsi sul terreno dal vento predominante.
E non è l'unica struttura di questo tipo individuata su Marte. In vecchie immagini provenienti dallo strumento THEMIS a bordo della sonda Mars Odyssey, erano state individuate altre sei strutture analoghe. Se ne era parlato lo scorso marzo alla Lunar and Planetary Science Conference.
Hanno proposto anche dei nomi per le strutture: Dena, Chloe, Wendy, Annie, Abbey, Nikki e Jeanne. Si trovano tutte nella zona di Arsia Mons e quindi l'attività vulcanica deve essere un elemento determinante.
Per i paesi anglosassoni c'è la leggenda che la Luna sia fatta di formaggio (guardate Google Moon e ingrandite al massimo), ma i buchi della groviera sono su Marte!!!
Per ora è tutto... e il mistero rimane.

Eris.

Il "pianeta nano" ERIS si conferma più grande di Plutone.
Tramite la determinazione dell'esatto periodo orbitale della sua piccola luna Dysnomia, è stato possibile calcolare la massa di ERIS (l'oggetto transnettuniano che nel recente passato stava per essere proclamato "Il Decimo Pianeta"), risultata del 27% maggiore di quella di Plutone.

mercoledì 13 giugno 2007

STS-117 update.

La seconda passeggiata spaziale è in corso.
Per vederla in diretta andate su Nasa TV Online: ci sono anche le riprese in soggettiva dai caschi degli astronauti!!!
I tecnici usciti sono sempre Patrick Forrester e Steve Swanson che si occupano di perfezionare l'installazione dei nuovi pannelli solari che l'Atlantis ha portato a bordo della ISS.

Da vedere.

Il 18 giugno si verificherà un'occultazione di Venere da parte della Luna: fenomeno che localmente si verifica solo ogni 2-3 anni (l'ultima volta in Italia accadde il 21 maggio 2004).
L'occultazione avverrà di giorno, con la falce di Luna praticamente in meridiano (a=187°, h=67°) che verso le 16:37 raggiungerà il pianeta dal lato oscuro, mentre l'uscita dal bordo lunare illuminato si verificherà verso le 17:54 (a=226°, h=60°).

Inutile raccomandare la massima attenzione nell'uso diurno di dispositivi ottici.

martedì 12 giugno 2007

STS-117 update.

La missione è nel "vivo".
Sono stati spiegati i nuovi pannelli portati da Atlantis.
La missione è stata allungata di due giorni per permettere di fare una "passeggiata" aggiuntiva per buttare l'occhio al piccolo danno sul pod del motore di manovra di poppa.
Comunque nessuna preoccupazione: la missione prosegue a gonfie vele e l'equipaggio sarà sicuramente entusiasta di passare due giorni in più in orbita...

Se fai quel lavoro deve piacerti di sicuro!!! ;-)

domenica 10 giugno 2007

STS-117... attracco alla ISS confermato...

Alle 21:38 ora italiana l'Atlantis ha attraccato alla ISS dopo aver fatto la rituale "pitch maneuver", la "capriola" per mostrare il rivestimento ventrale.

sabato 9 giugno 2007

STS-117... Inseguendo la ISS.

Il lancio è riuscito alla perfezione ed ora Atlantis si sta avvicinando alla Stazione Spaziale Internazionale per eseguire l'attracco.
E' stato riscontrato un leggero danno ad un pod OMS (un angolo del rivestimento refrattario si è sollevato leggermente), ma non sembra preoccupante: pare sia già successo altre volte...

venerdì 8 giugno 2007

STS-117 countdown to launch...

Conteggio fermo a T -3:00:00 come previsto.
Anche le condizioni meteo sono GO.
Stanno terminando gli ultimi controlli visuali sulla navetta.

Countdown ripartito...

L'equipaggio è sull'AstroVan e sta per raggiungere la rampa.

Astronauti in rampa!

Entrano nell'Atlantis...

Equipaggio pronto al lancio.

T -1:20:00 and counting. Luce verde su tutti i fronti. Chiusura portello autorizzata.

Atlantis sigillato.

T -25 minuti. And counting.

T -20 minuti and holding. Altro stop programmato del countdown.

Ripreso il conteggio...

T -9 and holding. Altra pausa.

Tutto è GO tranne il meteo sul landing d'emergenza in Francia...

In Francia e Spagna... Stanno cercando un'alternativa...

Selezionato Istres in Francia come Emergency Landing Site alternativo... Tutto GO!

Go/No Go for Launch... All sections reporting Go... We are ready for Liftoff!
Buona fortuna, Atlantis!

Countdown ripartito... Ci siamo!!!!

Braccio di servizio ritirato... T -6min and counting.

Test di comando main engines... T -3min and counting.

ET top ritirato... T -1min and counting.

Lancio perfetto ed esattamente in orario!

Shuttle in orbita!!!!

mercoledì 6 giugno 2007

STS-117 update.

Iniziato il conto alla rovescia finale (quello dei 3 giorni denominato S0007).
Lo scopo è ovviamente quello di mantenere sotto stretto controllo tutte le procedure e la sequenza di operazioni che portano al lancio, evitando qualsiasi dimenticanza: in una missione spaziale è meglio non dimenticare nulla!!!